4 agosto 2017 Elisa

HAI BISOGNO DI CAMPAGNE DI REMARKETING EFFICACI? ECCO I NOSTRI 8 CONSIGLI

Campagne di Remarketing

Torniamo a parlare di remarketing, quella specifica strategia di web marketing che permette di raggiungere tramite annunci pubblicitari gli utenti che hanno visitato e poi abbandonato un sito internet senza però concludere l’azione desiderata dall’azienda (iscriversi alla newsletter o acquistare un prodotto, per esempio).

La definizione di “remarketing”, come funziona e quali vantaggi apporta ad un’azienda le lasciamo ad un nostro precedente articolo Net-expert  REMARKETING: RECUPERA GLI UTENTI CHE ABBANDONANO IL TUO SITO , mentre oggi vedremo alcuni utili accorgimenti per attuare delle campagne di remarketing efficaci, perché questo strumento si rivela veramente valido solo se attuato correttamente

Il rischio delle strategie di remarketing è che gli annunci perdano efficacia perché non impostati correttamente e che gli utenti abbiano l’impressione di essere spiati e “stalkerati”; questi consigli ti aiuteranno anche a non rendere le campagne troppo invasive.

1. DEFINISCI LA DURATA DELLA CAMPAGNA DI REMARKETING

La campagna di remarketing dovrà prevedere una durata massima, che solitamente si aggira intorno ai 30 giorni, ma che varia a seconda del ciclo di vendita, ovvero il tempo medio che una persona impiega a diventare tuo cliente dalla prima interazione con il tuo brand. Solitamente più il prodotto è complesso o costoso, più lungo sarà il ciclo di vendita.

Prolungare troppo la campagna di remarketing infastidirebbe gli utenti perché visualizzarebbero in continuazione il tuo annuncio oppure finirebbero con l’ignorarlo, finendo come un “rumore di fondo”. In entrambi i casi la campagna non sortirebbe l’effetto desiderato.

2. SEGMENTA AL MEGLIO IL TUO PUBBLICO

Un altro consiglio per migliorare le performance della campagna di remarketing è quello di segmentare il pubblico per veicolare annunci pertinenti. Per riuscirci bisognerà personalizzare gli annunci con messaggi creativi e coinvolgenti, ad esempio, indirizzando l’utente verso la scheda del prodotto che stava guardando quando ha abbondonato il sito di eCommerce.

3. SFRUTTA I DATI SOCIO-DEMOGRAFICI E GEOGRAFICI

Segmentare il pubblicoPer ottimizzare la campagna di remarketing e il relativo budget, per non sprecare click ed aumentare la probabilità di conversione sarà fondamentale mostrare gli annunci al target giusto. Il remarketing permette di scegliere dove posizionare gli annunci ed allineandosi con il comportamento dell’utente è possibile rendere le campagne più performanti. Per poter creare annunci mirati bisognerà conoscere il proprio pubblico (età, sesso, luogo di residenza, interessi, etc.), anche sfruttando quei cookie che tracciano i comportamenti degli utenti all’interno del proprio sito.

4. SETTA CORRETTAMENTE LE FINESTRE DI CONVERSIONE

Oltre alla normale finestra di conversione è consigliabile settare anche la finestra di conversione view-through: si tratta in entrambi i casi di un periodo di tempo entro il quale vengono registrate le conversioni, solo che la prima finestra monitora il lasso di tempo dal momento del click sull’annuncio alla conversione, mentre la seconda finestra registra le conversioni view-through, che si verificano quando l’utente visualizza l’annuncio, non interagisce con esso e in seguito genera una conversione.

Questo accorgimento tiene conto del fatto che spesso gli annunci non spingono subito l’utente a portare a termine l’azione desiderata, ma che possono influenzarne il comportamento, fino al compimento di tale azione in un secondo momento. Grazie a queste finestre si possono avere diverse informazioni utili, ad esempio sulle azioni degli utenti, sulle loro abitudini di acquisto, sull’efficacia dei messaggi e sulle perfomance degli annunci.

5. RIMUOVI GLI UTENTI QUANDO PORTANO A TERMINE L’AZIONE DESIDERATA

RemarketingUna volta che l’utente ha portato a termine l’azione desiderata non ha più senso che visualizzi il nostro annuncio. Quindi bisogna inserire il burn code, un frammento di codice che verrà visualizzato nella “Thank you Page” (la pagina che verrà mostrata all’utente dopo la conversione), che non fa più visualizzare le inserzioni a determinati clienti.

In questo modo non si disperde il budget con utenti che ormai hanno portato a termine l’azione, e quindi non più da intercettare, ma ci si potrà concentrare su coloro che invece non hanno compiuto nessuna azione sul nostro sito.

6. AFFIDATI AD UN UNICO PROVIDER DI REMARKETING

Come dicevamo all’inizio, non vogliamo che i nostri annunci diventino una persecuzione per il cliente e che finiscano con il venire ignorati perché mostrati troppe volte. Affidandoti ad un unico provider non incorri nel rischio che gli annunci vengano mostrati negli stessi circuiti, con conseguente aumento dei costi e diminuzione dell’efficacia della campagna.

Eventualmente puoi testare più soluzioni creando differenti campagne su diversi circuiti o effettuando test alternati.

7. CREA ANNUNCI ACCATTIVANTI

remarketing annunci

L’annuncio deve riuscire ad attirare i visitatori e convincerli a tornare nel nostro sito per completare l’azione, in una manciata di secondi, con poco testo ed un elemento visual.

Dal momento che l’aspetto visivo influisce sui comportamenti successivi degli utenti, dovrà essere curato in ogni minimo dettaglio: il messaggio veicolato non dovrà essere troppo sintetico, ma chiaro e diretto e l’immagine dovrà essere di qualità e non dello stesso colore dello sfondo del sito che ospita l’inserzione.

Per rendere accattivante la tua inserzione potresti puntare su due elementi:

  • Il beneficio: rendi protagonista l’utente, parla del beneficio o della soluzione al problema che può apportargli il tuo prodotto;
  • L’urgenza: un prodotto non urgente può aspettare, ma l’attesa porta a dimenticarsi del prodotto. Una delle tecniche di marketing per spronare l’azione da parte dell’utente è proporre un’offerta limitata nel tempo o nel numero.

Puoi trovare questa ed altre tecniche di vendita in un nostro precedente articolo Net-expert 6 TECNICHE DI VENDITA EFFICACI PER RENDERE PIU’ ACCATTIVANTI PRODOTTI E SERVIZI

8. AGGIORNA REGOLARMENTE GLI ANNUNCI

Per mantenere elevato il rendimento di una campagna di remarketing la cui durata è protratta nel tempo, è indispensabile aggiornare il messaggio e la grafica degli annunci con regolarità, in modo che l’utente non si disinteressi agli stessi; ad esempio se il tuo brand tratta abbigliamento, potresti creare diverse inserzioni che mostrano vestiti differenti e farle ruotare.

Abbiamo spunto per queso articolo da 8 best practices for running a retargeting campaign di ReTargeter, azienda californiana specializzata in remarketing, sperando possano esserti utili per le tue campagne di remarketing. Naturalmente, poi, ogni azienda dovrà elaborare una strategia comunicativa ottimizzata per il proprio business ed allineata alla mission ed ai valori aziendali.

Se necessiti di un aiuto concreto per attuare una campagna di remarketing, contattaci per una consulenza personalizzata.

Versione per la stampa Versione per la stampa
, , , , , , , ,

Contattaci

Compilando i campi qui di seguito, puoi inviarci una richiesta per maggiori informazioni sui nostri prodotti o richiederci un PREVENTIVO PERSONALIZZATO gratuito.


Ti risponderemo in modo esauriente e veloce


Dal lunedì al venerdì dalle ore 09 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18


+39 049 8073753

FAX: +39 049 8088053