30 Marzo 2017 Expert

3 CONSIGLI DI CONTENT MARKETING PER AUMENTARE LA BASE CLIENTI

 

Nei nostri articoli abbiamo sempre esaltato il ruolo dei contenuti (quelli di qualità, naturalmente) all’interno di una strategia di marketing, come leve strategiche in grado di portare numerosi benefici e vantaggi ad un’azienda: aumentano la visibilità del brand, ne migliorano la reputazione, lo difendono dalle potenziali crisi di reputazione e molto altro ancora.

Oggi in particolare vogliamo soffermarci sull’obiettivo di business incentrato sull’awareness (farsi conoscere) ed il conseguente aumento della base clienti, risultato che sta molto a cuore alle aziende e che, tramite i contenuti e una corretta pubblicazione e gestione degli stessi, può essere migliorato.

In base alle nuove logiche del Marketing Inbound, il fulcro della comunicazione, sia online ed offline, sono i contenuti, che devono essere di qualità e coinvolgenti così da differenziare le strategie di marketing e realizzare, fra l’altro, l’obiettivo che ci siamo posti in questo articolo: aumentare la base clienti. In breve, ciò lo si ottiene con l’arte e la strategia di “portare il contenuto dinanzi ai giusti lettori nel momento opportuno e nel posto opportuno”.

I contenuti per essere di qualità devono informare, intrattenere e più in generale essere di valore per l’utente.

Non esistono segreti o “effetti speciali” per ottenere tali contenuti, se non tanto duro lavoro, ascolto del pubblico, creatività e competenza per attuare campagne di content marketing in linea con gli obiettivi di business e con il tone of voice dell’azienda.

COME SFRUTTARE IL CONTENT MARKETING PER AUMENTARE LA BASE CLIENTI

La ricerca di nuovi clienti non si prospetta semplice, soprattutto a causa della concorrenza agguerrita e numerosa sia online che offline.

In questo scenario, in cui un’azienda vuole crescere ed ampliare il proprio parco clienti, scontrandosi con le difficoltà e le sfide di un mercato sempre più saturo, il content marketing può fare veramente la differenza nella conquista e successiva fidelizzazione dei clienti.

Vediamo, quindi, 3 accorgimenti da attuare per sfruttare al meglio questo efficace strumento.

1. NON ESSERE GENERICO NELLE TUE ATTIVITA’, DEFINISCI UNA TUA NICCHIA

multitasking

Come la maggior parte delle aziende, probabilmente anche tu vorresti essere leader nel tuo settore; il primo passo da compiere per riuscirci è guadagnare autorevolezza ed affidabilità nell’ambito dell’attività svolta dalla tua azienda. Per riuscire in questo primo intento sarà fondamentale focalizzarsi su una specifica nicchia su cui incentrare la propria strategia di content marketing.

Essere troppo generici, specialmente all’inizio dell’attività, trasmette l’idea di un’azienda che opera in più settori, senza essere veramente ferrata e competente in ogni singolo ambito; un’azienda che punta sulla quantità di servizi offerti a discapito della qualità, appare banale e di conseguenza non viene presa seriamente in considerazione dal pubblico.

La narrazione dev’essere concentrata sui fattori che rendono unica la tua attività e sui suoi punti di forza e non dispersiva o ricca di frasi fatte e storie sentite tante (troppe) volte.

In un secondo momento si può ampliare la propria nicchia, man mano che l’azienda cresce e si specializza in altre attività, meglio se trasversali al settore di appartenenza.

Anche noi, inizialmente nati come azienda specializzata in assistenza e manutenzione di computer, ci siamo mossi e specializzati negli anni verso il Digital Marketing e la creazione di siti web ed e-commerce, per offrire servizi che fossero più rispondenti ai reali bisogni delle aziende e dei professionisti in ambito marketing e comunicazione digitale. 

2. AGISCI COSTANTEMENTE SU PIU’ CANALI ONLINE-OFFLINE

Canali di comunicazione

Attrarre nuovi clienti in maniera organica con logiche di contenuto è un’operazione che richiede tempo e pazienza ma che nel medio-lungo periodo offre risultati migliori rispetto alle aspettative (se si sono osservate le corrette strategie). Questo non significa rimanere in attesa e in silenzio, anzi! La pubblicazione dei contenuti, l’abbiamo ripetuto più volte, dev’essere costante per non dare l’idea di trascurare le pagine aziendali o il sito web e far passare il messaggio che l’azienda non ha sotto controllo i propri contenuti. Chiaramente se il silenzio è fatale, d’altra parte anche il bombardamento di contenuti magari irrilevanti per le persone risulta deleterio.

Oltre a questi utili accorgimenti, per mantenere vivo il contatto con i clienti, dobbiamo considerare anche di agire su più canali di comunicazione, non su solo quelli online come social network o blog, ma anche su quelli più tradizionali come le email, le fiere di settore, ad eventi e così via.

Erroneamente si pensa che adottare strategie di contenuto sia esclusivo dei canali digitali, mentre si sottovaluta il peso che essi possono esercitare sugli strumenti più tradizionali: spesso un contatto diretto, soprattutto per la soluzione puntuale ad un problema reale, può essere maggiormente gradito di qualsiasi post sui social network, perché più personale e diretto.

3. STORYTELLING: RACCONTA L’UNICITA’ E I PUNTI DI FORZA DELLA TUA AZIENDA

Storytelling

Per poter aumentare la base clienti della tua azienda con il Content marketing devi dare agli acquirenti un buon motivo per cui dovrebbero rivolgersi alla tua azienda piuttosto che ai concorrenti, mostrando alle persone quali sono i punti di forza e cosa rende la tua azienda unica ed autorevole tramite contenuti utili e coinvolgenti. In quest’ottica in ambito business si prestano molto bene le infografiche (di cui abbiamo parlato in un articolo dedicato Net-expert  COME SFRUTTARE AL MEGLIO LE INFOGRAFICHE PER IL PROPRIO BUSINESS) che ti permettono di rendere fruibile informazioni complesse come dati e statistiche inerenti il settore di cui si occupa la tua azienda in maniera più comprensibile e veloce.

Una metodologia efficace è inoltre lo storytelling, o meglio ancora il video storytelling (branca del Visual Storytelling), con cui raccontare attraverso il format video (la cui componente visual è più d’impatto e assicura un maggiore engagement), la storia della propria azienda, le origini, le attività svolte e la mission aziendale. Nell’utilizzo dei contenuti aziendali non dimenticarti di sfruttare i tuoi case studies, ovvero i lavori eseguiti dalla tua azienda, che sono in grado di testimoniare il valore aggiunto che tua attività è in grado di apportare.

Torneremo a parlare di Content marketing e di come sfruttarlo per migliorare il posizionamento del proprio sito web, in un prossimo futuro articolo.

Nel frattempo non esitare a contattarci se vuoi affidarti a professionisti del settore per attuare una campagna di Content marketing; sapremo consigliarti le strategie migliori da attuare in base ai tuoi obiettivi e budget.

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , , ,