29 Giugno 2016 Expert

COME CREARE UN SITO E-COMMERCE VINCENTE: I NOSTRI CONSIGLI PRATICI

 

Con oggi concludiamo la prima serie di articoli dedicati all’e-commerce iniziata qualche settimana fa con il contributo relativo alle caratteristiche grafiche necessarie ad uno shop online di successo Net-expert L’ANATOMIA DI UN SITO E-COMMERCE DI SUCCESSO.

E’ importante esserci nel 2016 nel mondo dell’e-commerce. Come merchant (azienda o professionista) rischio l’estinzione, dato che sempre più la concorrenza è diventata schiacciante e agguerrita.

In questo articolo andiamo ad analizzare quali aspetti tecnici bisogna curare per garantire all’utente una user experience o UX di qualità e perché tutta questa meticolosità ed attenzione nei dettagli è indispensabile per fare la differenza rispetto all’infinità di concorrenti. Mostrandovi ciò, vi proporremo esempi pratici di aziende che hanno saputo dar vita a siti e-commerce vincenti ed altri invece hanno fallito in tale intento.

COME UN E-COMMERCE EFFICACE PUO’ AUMENTARE LE TUE VENDITE

Facciamo un passo indietro per capire il motivo per cui è importante ottimizzare e applicare precise strategie ad un sito e-commerce, vista anche la forte concorrenza online.

Il presupposto che induce aziende e professionisti ad aprire un e-commerce è un’intenzione ben precisa, che solitamente consiste nell’aumentare le vendite, farsi conoscere il più possibile e possibilmente fidelizzare i clienti.

Tuttavia esistono diversi stili di pensiero e approcci, secondo cui è possibile raggiungere questi obiettivi:

    • secondo alcuni bastano poche risorse e competenze per creare un sito e-commerce, con un semplice “sito vetrina” nel quale esporre qualche prodotto o servizio. Quindi non occorre assumere degli esperti perché una volta che si è online, ci penserà Internet a far trovare l’azienda ai clienti. Chiaramente questo modo di agire non contempla le logiche dei motori di ricerca, il comportamento d’acquisto dei clienti (comprese le loro necessità e desideri) e la presenza incalzante della concorrenza;
    • per altri il procedimento per creare un sito e-commerce degno di questo nome passa attraverso molte fasi che comprendono una moltitudine di elementi a cui bisogna prestare la massima attenzione.

SCOPRIAMO L’E-COMMERCE MANAGEMENT

e-commerceInutile precisare quale sia la strada corretta. In un e-commerce il sito visibile è solo la punta, tutto il resto non è visibile ma di importanza fondamentale: logistica, Customer Care, parte di Marketing, parte di User Experience, parte di analisi. Il sito non è l’unico elemento, né il più importante e ce ne sono di varie taglie, misure e specializzazioni.

Per ottenere i risultati migliori si devono perseguire degli obiettivi primari, talvolta ignorati, ovvero:

  • MIGLIORAMENTO DEL CUSTOMER JOURNEY;
  • INCREMENTO DEL TRAFFICO AL SITO;
  • CREAZIONE DI UNA REPUTAZIONE POSITIVA alimentata dal passaparola online.

Un sito e-commerce efficace permette di conseguire questi obiettivi, che portano, a loro volta, un incremento dei clienti e delle vendite.

Curiosi di sapere come realizzare questi scopi?

5 CONSIGLI DA NON SCORDARE

consigli aprire ecommerce

Di seguito alcune dritte indispensabili per rendere il vostro sito e-commerce un successo.

1. ASPETTO GRAFICO E CARATTERISTICHE TECNICHE OTTIMIZZATE

Una volta sistemati tutti gli elementi grafici (leggete il nostro articolo linkato precedentemente), abbiamo accontentato il cliente, che ora riesce a saltare da una categoria all’altra e da un prodotto all’altro deliziato da un sito gradevole allo sguardo.

Tuttavia, se durante la procedura d’acquisto dovesse esserci qualche intoppo, problema o mancanza pensate che il cliente rimanga ugualmente deliziato? No, si infastidisce e naviga altrove.

Per evitare di perdere clienti e “regalarli” alla concorrenza bisognerà dedicarsi all’ottimizzazione di alcuni aspetti tecnici che andiamo ad elencare.

2. VELOCITA’ DI CARICAMENTO DELLE PAGINE E DI COMPLETAMENTO DELLA PROCEDURA D’ACQUISTO

La velocità è importantissima per qualsiasi sito web, e-commerce compresi. I clienti apprezzano il risparmio anche in termini di tempo per cui è necessario che il sito funzioni velocemente e che il cliente possa concludere la procedura d’acquisto senza perdite di tempo. Questo significa che non ci devono essere passaggi superflui, troppi campi da compilare o l’obbligo di registrazione giunti all’ultima fase, la più sensibile e che vanta la percentuale massima di abbandono del sito.

3. USABILITA’ DELLA PIATTAFORMA, PER NON COMPLICARSI TROPPO LA VITA

Per usabilità si intende la facilità di navigazione fra le varie pagine del sito e la si intende come una possibilità da parte degli utenti di utilizzare uno strumento (sito web di e-commerce) per raggiungere un obiettivo (l’acquisto).

Le tre parole chiave sono: efficacia, efficienza e soddisfazione.

Questo concetto comprende quindi molti elementi come ad esempio un design semplice ma d’impatto visivo notevole, pulsanti grandi ma non coprenti, immagini di ottima qualità, etc… che abbiamo visto nell’articolo precedente.

4. POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE IL METODO DI PAGAMENTO E SICUREZZA DEL SITO

Due dei principali motivi di abbandono del carrello sono la mancanza del metodo di pagamento prescelto e di fiducia verso le transizioni online, considerate poco sicure. Soprattutto in Italia quest’ultimo aspetto rende molte persone scettiche circa gli acquisti online, perché temono il furto dei dati sensibili o la clonazione della carta di credito. Per rassicurare questi clienti si possono inserire nel footer i certificati che attestano la sicurezza del sito e-commerce, oltre che aderire ai protocolli di sicurezza della rete che permettono di distinguere i siti protetti, contrassegnando il loro indirizzo con la sigla “https” anzichè “http”.

Invece, per accontentare anche gli utenti che hanno un metodo di pagamento preferito, consigliamo di includere più opzioni di pagamento (dalle carte di credito più comuni, al contrassegno, gettonato da molti clienti, ed al servizio Paypal).

5. MOBILE FRIENDLY: REQUISITO FONDAMENTALE PER I CLIENTI E PER GOOGLE

Gli utenti che acquistano online da mobile sono il 21% del totale di web shoppers italiani (secondo la ricerca “NET RETAIL: il ruolo del digitale negli acquisti degli italiani” di Human Highway per PayPal promossa con il consorzio Netcomm calcolati nel primo trimestre 2016) e si stima che tale numero continuerà ad aumentare.

Il sito e-commerce dovrà, quindi, andare incontro alle esigenze anche di questi clienti, i quali si affideranno solamente ai siti che si sapranno adattare ai dispositivi mobili. Si potrà scegliere per un sito responsive, un sito parallelo creato ad hoc per il mobile o per la realizzazione di un’app dedicata.

Vi ricordiamo, inoltre, che Google premia i siti mobile friendly, aumentandone il ranking e quindi il posizionamento nel motore di ricerca, penalizzando quelli che invece non si adattano a smartphone o tablet, peggiorandone la visibilità.

CASE STUDIES: ESEMPI VIRTUOSI (E NON) DI E-COMMERCE

C’è sempre più affollamento in ogni categoria di e-commerce, di prodotto o servizio vendibile online.  Il food era uno dei settori che era meno presidiato in Italia ma ormai sta diventando quasi saturo. Altri invece, quelli relativi all’abbigliamento, accessori e moda cominciano a diventare molto affollati.

sito e-commerce

La concorrenza però non dev’essere intesa come un minus ma come un plus, dal momento che ci permette di studiare come fanno gli altri e possibilmente permetterci di non fare gli stessi errori.

Vale molto fare tanti acquisti online e mettere insieme tanta esperienza per capire come funzionano: grazie a ciò potrete individuare le pratiche migliori (e gli errori!) che fanno gli altri.

ESSELUNGAACASA.IT

Esselunga

Esselunga a Casa è un sito e-commerce multibrand nel settore della grande distribuzione organizzata che permette agli utenti di fare la tradizionale spesa direttamente dal loro sito online. Risulta attivo in varie province della Lombardia, del Piemonte, del Veneto, dell’Emilia Romagna e della Toscana.

Il settore alimentare in Italia è caratterizzato da un’elevata concorrenza. La scelta  tra un supermercato piuttosto che un altro ricade solitamente sul retail più vicino al proprio domicilio o nei pressi dei luoghi maggiormente frequentati. A livello strategico, le imprese operanti nella distribuzione di beni di largo consumo e prodotti alimentari, potrebbero differenziare la propria offerta implementando un servizio innovativo e non ancora diffuso in Italia.

>> Per approfondimenti sulla questione consigliamo il libro “Strategia Oceano Blu. Vincere senza competere” di R.Mauborgne e K.W.Chan. 

Esselungaacasa

Si tratta di uno dei due casi italiani di servizi e-commerce attivati nel settore alimentare: “Esselunga a casa” e “La spesa che non pesa”, il primo attivato da Esselunga S.P.A. e il secondo da Coop Tirreno.

Il progetto e-commerce fu avviato nel 1999 e, già nel 2003, solo questo servizio generò un fatturato di 31 milioni di euro. Ciò che aveva spinto tale azienda fu l’osservazione dei mercati internazionali, dove le innovazioni tecnologiche informatiche avevano già manifestazioni concrete nella vendita a distanza di beni grocery.

Ad una prima occhiata presenta una profondità di catalogo minore rispetto a quella del punto vendita ma è una loro scelta commerciale ben precisa.

FLYERALARM.COM

Tipografia Flyeralarm

Flyeralarm è una delle maggiori tipografie online europee con sede in Germania, fondata nel 2002, si occupa di produzione e distribuzione di articoli stampati e di tecnica pubblicitaria tramite personalizzazione di diversi tipi di gadget (magliette, biglietti da visita, cartelloni in strada etc.).

Cominciamo dall’aspetto che sta a cuore alla maggior parte degli acquirenti: la sicurezza. Il sito permette una navigazione in tutta tranquillità perchè possiede il certificato di sicurezza HTTPS che si può notare all’inizio dell’indirizzo internet sulla barra dell’URL. E’ presente anche un sistema di feedback (rating) che garantisce il grado di affidabilità del venditore, fatto molto apprezzato dagli utenti, e servizio di chat diretta per ricevere assistenza e aiuto nella scelta dei prodotti e nell’acquisto: tutte qualità molto apprezzate dagli utenti online.

Volantini creativi Flyeralarm

La grafica risulta ordinata e semplice da consultare, perchè gli articoli sono suddivisi in categorie di interesse e sottocategorie, con immagini di ottima qualità del prodotto e breve descrizione, permettendo all’utente di trovare il prodotto di cui ha necessità senza perdere tempo in inutili ricerche, con intelligenti tentativi di upselling e crosselling.

Un altro elemento cruciale che determina la scelta del cliente di rimanere sul sito o meno è la scheda prodotto: in questo sito tale sezione è dettagliata e comprensiva di ogni informazione necessaria e l’utente è in grado di accedere a prodotti componibili e configurabili.

UN CARRELLO “ALL IN ONE”

Flyeralarmshop

Come ultimo passaggio del processo d’acquisto, si ritrovano all’interno del carrello tutti i prodotti scelti nei minimi dettagli, ogni tipo di opzione prevista, le informazioni circa la modalità e tempistiche di spedizione e prezzi finali. Vige a questo punto una regola ferrea: no distrazioni e no (brutte) sorprese.

E’ presente anche un’intelligente (e apprezzata) gestione delle impostazioni di registrazione degli utenti per quanto riguarda le opzioni di pagamento e spedizione, al fine di ridurre al minimo le tempistiche e lo “stress” che in questo passaggio raggiunge il massimo.

ZALANDO.IT

Zalandoshop

Zalando, quasi sicuramente tutti lo conoscerete, non ha bisogno di particolari presentazioni: lo si può considerare uno dei colossi di e-commerce insieme ai marketplace generalisti come Amazon ed Ebay. Il loro successo è dovuto in gran parte alle particolari accortezze e strategie attuate che permettono ai clienti di vivere un’esperienza d’acquisto piacevole, da ripetere.

Si potrebbe pensare che una grossa quantità di prodotti possa generare confusione, invece Zalando propone un vasto assortimento di articoli e di marche, senza però per questo rendere le pagine caotiche (un errore molto comune). In tal modo l’ampio catalogo si trasforma in un punto di forza perchè permette agli utenti di scegliere fra diverse tipologie di articolo e marche, il tutto facilitato dalla suddivisione in sottocategorie e possibilità di apporre determinati filtri alla ricerca.

Zalando

Il sito ha una struttura molto chiara dove spicca l’immagine del prodotto con gallery (le foto ambientate colpiscono di più), la descrizione, tutte le opzioni scelte dal cliente (taglie, colori, quantità), possibilità di completare l’outfit con suggerimento di capi e accessori, lista dei desideri per acquisti futuri, spedizione e tempistiche, opzioni di pagamento e Call to action “Spedizione e reso gratuiti, soddisfatti o rimborsati” (grande differenza), sistema di feedback integrato, resi facili, etc..senza alcuna brutta sorpresa alla fine!

UN ESEMPIO DI E-COMMERCE ASSOLUTAMENTE DA NON RIPRODURRE

Purtroppo non esistono solo siti e-commerce gradevoli alla vista e pratici da utilizzare. Vi proponiamo un esempio lampante per mostrarvi quanto detto in precedenza. A prima vista sembrerebbe quasi un fotomontaggio… di certo non è rispondente ai criteri minimi di usabilità.

Non esempio di e-commerce

Come potete constatare l’home page è un’accozzaglia di prodotti che genera solo confusione e smarrimento e navigare tra i vari prodotti diventa quasi impossibile.

Questi consigli con i relativi esempi riportati non possono essere assolutamente trascurati se si vuole gestire un e-commerce nel migliore dei modi perché sono importanti elementi in grado di influenzare le decisioni dei consumatori online, determinandone la permanenza sul sito e la tanto agognata conversione, cioè l’acquisto.

Se avete bisogno di una consulenza per progettare e realizzare il vostro sito web e-commerce o vi interessa migliorare quello che già gestite, contattateci e sapremo darvi le giuste indicazioni per il vostro business.

Versione per la stampa Versione per la stampa

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,