29 Marzo 2016 Expert

L’EVOLUZIONE DEL WEB MARKETING: SEI SICURO DI SAPERNE ABBASTANZA?

In realtà servirebbero tomi e tomi per esaurire l’argomento, ma noi con il potere della sintesi riassumeremo a grandi linee una trasformazione che negli ultimi decenni ha interessato il marketing, con maggior attenzione al web marketing che è il nostro campo.

I tre cardini indispensabili per corrette ed efficaci campagne di marketing digitale in ambito business sono:

–  SOCIAL

– SEO

– CONTENUTI

In quest’articolo vedremo nel particolare i vantaggi dell’adozione di strategie di Content Marketing, cioè di creazione e pubblicazione di contenuti di qualità, lasciando a prossimi articoli futuri l’approfondimento degli altri due “pilastri” fondamentali, cioè il Social Media Marketing e tecniche di posizionamento SEO.

INTERRUZIONE E FASTIDIO

Tutto è cominciato nel momento in cui le estenuanti e martellanti pubblicità su radio, tv, cartelloni pubblicitari, volantini, etc.. hanno smesso di avere effetto sulle persone, le quali avevano maturato una sorta di resistenza a questa serie di messaggi pubblicitari, definiti poi “tradizionali”. E mentre queste interruzioni aumentavano, la loro efficacia diminuiva. Si spendeva sempre di più (lato azienda e professionista) per ottenere sempre meno.

SMETTI DI CERCARE I CLIENTI E FAI IN MODO CHE LORO CERCHINO TE

Era necessario trovare un altro modo per farsi cercare dai clienti… ma siamo sicuri che, giunti a questo punto, siano le aziende a dover cercare i clienti? Oppure sono i clienti a cercare le aziende? Introduciamo, così, il concetto di Inbound Marketing: non essendo le aziende a cercare i clienti ma essendo i clienti a cercare le aziende, occorre creare e distribuire contenuti creati apposta per loro, cioè che rispondano alle loro domande, che soddisfino i loro bisogni reali, che possano in qualche modo essere loro d’aiuto nelle problematiche quotidiane. Ecco che così si attraggono potenziali clienti senza interromperli e si fa in modo che conoscano e apprezzino la tua attività.

Ormai, con l’avvento di Internet e soprattutto con l’entrata in campo dei Social Networks, si sono affermati nuovi spazi di relazione ed i consumatori hanno ora un mondo in cui cercare informazioni fra siti web, blog, social (Facebook, Twitter, ecc..), community, forum, gruppi e strumenti di recensioni online! Ed è negli stessi “luoghi” che le aziende dovrebbero puntare per attrarre i consumatori, senza essere invasivi e sempre “senza disturbare”.

I Social Network, la cui essenza è quella di “essere tutti sul grande palco”, hanno contribuito a “ristrutturare” il ruolo di consumatore, introducendo nuove strutture che ne “potenziano” il ruolo, anche rispetto all’audience di cui fa parte.

UN DIALOGO BASATO SUI CONTENUTI

Contenuti digitali

Abbiamo detto che l’Inbound Marketing consente al cliente di partecipare attivamente al processo comunicativo con l’azienda ricercando lui stesso i contenuti di cui ha bisogno. Di conseguenza diventa fondamentale la generazione di contenuti che siano attraenti per i clienti, capaci di destare la loro attenzione. L’imperativo è allineare il contenuto agli interessi degli utenti, in modo che il potenziale cliente che viene a conoscenza di una azienda ed interagisce con essa, non solo torni ad acquistare, ma anche raccomandi il brand.

Raccomandando il brand il cliente diventa il suo ambasciatore, un vero e proprio brand advocate: ovvero compie l’atto di segnalare, invitare a sostenere o raccomandare un brand o un’idea attraverso l’appoggio e la fiducia ottenuta da terzi. E si sa l’importanza del giudizio delle altre persone… capiterà anche a voi, prima di fare un acquisto, di leggere recensioni online ma soprattutto di farsi consigliare da un amico. In base a studi recenti quattro persone su cinque hanno dichiarato che prima di comprare qualcosa prendono in considerazione i consigli degli amici (ciò viene definito dagli esperti di marketing “Social proof”, prova sociale).

Inbound marketing

DIDASCALIA: IL CUORE DELL’INBOUND MARKETING È IL CONTENUTO ED IL CONTESTO

Net-expert Vedi un nostro precedente articolo sull’importanza di intercettare gli utenti in particolari “micro-momenti” della loro giornata: DIMMI CHI E’ IL TUO TARGET E TI DIRO’ COME COMUNICARE

I MAGGIORI BENEFICI DERIVANTI DALL’ADOZIONE DI STRATEGIE DI CONTENT MARKETING

Content Marketing

Dopo queste considerazioni sull’importanza e le caratteristiche del contenuto, risulta lampante che non bisogna limitarsi a creare dei semplici contenuti che finiranno per mimetizzarsi con gli altri 211 milioni creati e condivisi ogni minuto su internet, ma si evince che risulta essere necessario creare dei contenuti, non solo “invoglianti” per i clienti, ma anche strategici per le aziende. A quali fini?

Tramite alcune strategie proprie del Content Marketing  si possono raggiungere 5 OBIETTIVI PRINCIPALI:

  1. RELAZIONE ED ENGAGEMENT (IL PRIMO PASSO)

    Al fine di attrarre e trattenere le persone all’interno del proprio mondo d’impresa, esse devono essere stimolate e debitamente “attivate” in modo costante e coerente. Le imprese devono capire in che modo umanizzare le proprie comunicazioni e le modalità di relazione con il pubblico per riuscire a coinvolgere la clientela.

  2. INFORMAZIONE

    L’engagement quindi deve essere solo il primo passo, la leva per fornire indicazioni rilevanti e utili agli utenti, difficili da trovare altrove. Quali sono i problemi più importanti per gli stakeholder dell’azienda? In che modo essi cercano le relative soluzioni online? Trovano qualche risposta dal processo di ricerca, oppure rimangono insoddisfatti?

  3. TRASPARENZA

    La produzione e distribuzione di contenuti digitali permette alle imprese di comunicare in modo più responsabile e trasparente rispetto all’approccio promozionale dell’interruption marketing. Secondo una ricerca riportata dal Content Marketing Institute, l’80% degli utenti e dei professionisti e aziende preferisce conoscere un’organizzazione attraverso post e articoli piuttosto che con la tradizionale pubblicità aziendale.

  4. (DOPPIO!) POSIZIONAMENTO

    PRIMO. Attraverso i contenuti le organizzazioni comunicano agli utenti una conoscenza ampia e verticale rispetto a una specifica tematica, mettendoci direttamente “la faccia” e muovendosi in un luogo difficilmente controllabile come la rete. In questo modo possono aspirare a diventare leader del proprio settore merceologico. SECONDO. D’altra parte e di conseguenza, le realtà capaci di produrre contenuti di qualità beneficiano di buzz e passaparola che permettono loro di collocarsi nel tempo tra le prime posizioni dei motori di ricerca in relazione a specifiche parole chiave.

  5. VENDITA E GENERAZIONE DI CONTATTI INTERESSATI (LEAD)

    Quasi tutti i contenuti aziendali hanno tra i propri obiettivi lo stimolo dell’utente all’azione, mentre alcuni di essi vengono progettati e distribuiti per farli diventare decisional contents, ovvero elementi capaci di orientare l’azione o la scelta finale dell’utente, quindi l’acquisto. Ricordiamoci che lo scopo più profondo del marketing è quello di trovare modi innovativi per vendere l’offerta aziendale, ampliando il target di consumatori e/o esplorando altri mercati.

Il Content Marketing si posiziona quindi come un approccio efficace per attrarre nuovi utenti fidelizzando nel frattempo quelli già esistenti.

Ultima riflessione:

“E’ importante smettere di interrompere quello a cui le persone sono interessate ed iniziare ad essere quello di cui le persone si interessano” – Citazione di Craig Davis.

Net-expert Come approfondimento leggi anche il nostro articolo sul Content Marketing e sul ruolo dei copywriter: L’IMPORTANZA DEL CONTENT MARKETING: SPUNTI DALL’IMMINENTE CONVEGNO NAZIONALE SUL COPYWRITING

Avete bisogno di qualche consiglio per riprogettare la vostra strategia di marketing? Volete far decollare il vostro sito fra le prima pagine di ricerca di Google? Non esitate a contattarci per ricevere tutte le dritte necessarie!

 

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , , , , , , , ,