20 Aprile 2017 Expert

FACEBOOK F8: ECCO COME CAMBIERA’ IL SOCIAL NETWORK PIU’ USATO AL MONDO

Si è concluso ieri FacebookF8 2017, l’annuale conferenza di Facebook della durata di due giorni, che ogni anno coinvolge moltissimi sviluppatori ed imprese, curiosi di scoprire in che direzione si sta muovendo la tecnologia.

Quest’anno, le 4.000 persone presenti al McEnery Convention Center di San Jose (California) e i milioni di telespettatori che hanno seguito la conferenza su Facebook Live (tra cui noi) hanno assistito agli interventi del papà del social network, Mark Zuckberg e di alcuni leader di Facebook (Mike Schroepfer – Chief Technology Officer, Deb Liu – VP di Platform, Rachel Franklin – Capo VR Social, Ime Archibong – VP di Partner Partnership e David Marcus – VP di Messaging Products).

Ad aprire la conferenza il creatore di Facebook che ha cominciato il suo intervento parlando con entusiasmo della tecnologia come strumento di supporto nella creazione di comunità più solide, delle fondamenta di Facebook come piattaforma per connettere amici e parenti e di quello che sarà il futuro della sua creatura.

Partiamo proprio da quest’ultimo punto e vediamo le principali novità presentate al Facebook F8.

Il punto di partenza dell’intervento di Mark Zuckberg è il ruolo della tecnologia come mezzo di connessione fra le communities e la conseguente evoluzione che il suo social network è pronto a compiere: “nello scorso decennio, Facebook si è impegnata per connettere amici e famiglie. Ora, su queste fondamenta, il nostro prossimo obiettivo sarà dare alle persone il potere di costruire delle vere e proprie community”.

Successivamente Mark Zuckeberg sposta l’attenzione verso un nuovo trend a cui guarda con molto interesse: la realtà aumentata. Per questo, durante il suo intervento ha esaltato il ruolo della telecamera, definendola l’oggetto più importante in uno smartphone e la prima piattaforma di realtà aumentata e per questo ha introdotto lo strumento per potenziarla: Camera Effects PlatformVediamo di cosa si tratta.

1. CAMERA EFFECTS PLATFORM: LA REALTA’ AUMENTATA PER VEDERE IL MONDO IN MANIERA PIU’ CREATIVA

Camera effects platform

La realtà aumentata, o augmented reality, proietta nel mondo fisico delle contenuti digitali d’intrattenimento o informativi, che possono essere visualizzati guardandoli tramite la fotocamera del dispositivo: esattamente come Pokemon Go, il gioco tormentone dell’estate scorsa il cui scopo era andare in giro per la città alla ricerca di “mostri” da catturare, che potevano essere visualizzati nell’ambiente circostante tramite la fotocamera dello smartphone, insieme ad altri giocatori da sfidare).

Sulla scia di Snapchat, che lo scorso Natale ha acquisito Cimagine, azienda specializzata nello sviluppo di software che permettono ai venditori di mostrare virtualmente i loro prodotti inquadrando con la fotocamera gli spazi reali a cui tali prodotti sono destinati, Zuckberg presenta la piattaforma degli effetti della camera (Camera Effetcs Platform): “Offriamo una suite di strumenti creativi aperti per dare alla nostra comunità di artisti e sviluppatori il potere di creare una gamma completa di effetti per la nuova Camera di Facebook, da semplici cornici a effetti interattivi e maschere, utilizzando i più recenti strumenti di realtà aumentata.”

Questo strumento include due prodotti: Frames Studio ed AR Studio. Il primo è un editor creativo online, disponibile in tutto il mondo, con cui ideare cornici da utilizzare nelle foto del profilo e nella nuova Camera di Facebook. Mentre AR Studio permette di creare maschere, effetti script, cornici animate e altri elementi in realtà aumentata che reagiscono al movimento, all’ambiente o alle interazioni durante le trasmissioni in diretta.

Questo cambio di rotta permetterà uno sviluppo più ampio della realtà aumentata, offrendo più opportunità creative agli utenti ed arricchendo il linguaggio usato nei messaggi, così da creare idee originali per allineare la comunicazione che le singole community sceglieranno per le proprie attività.

2. FACEBOOK SPACES: LA REALTA’ VIRTUALE DIVENTA SOCIAL

Facebook Spaces abbatte ulteriormente le distanze in quanto sfrutta la realtà virtuale per trasportare gli utenti, in versione avatar, in un mondo digitale interattivo e divertente, in cui si possono incontrare i propri amici, condividere foto, scattarsi selfie, giocare, visualizzare i contenuti su Facebook (inclusi video e foto a 360°), disegnare in aria con un pennarello virtuale ed addirittura videochiamare qualcuno nel mondo reale, potendolo invitare ad unirsi alla sessione digitale.

Il video in apertura di questo paragrafo, condiviso da Mark Zuckberg sul proprio profilo Facebook, mostra il funzionamento di questa nuova applicazione che per il momento è in versione beta per Oculus Rift. L’unico “limite” di questa novità sarà il costo, perché per poter accedere a Facebook Spaces sarà necessario possedere Oculus Rift e un computer abbastanza potente da supportarlo.

3. DEVELOPER CIRCLES: GRUPPI DI SVILUPPATORI DA TUTTO IL MONDO CHE COLLABORANO

Developer Circles è un programma dedicato alla community, libero per chiunque voglia aderire e aperto a tutti gli sviluppatori, dei forum dove i partecipanti possono condividere conoscenze, collaborare, costruire nuove idee e conoscere le ultime tecnologie da Facebook e da altri leader del settore. Ogni “cerchia” è guidata da membri della comunità locale che fanno da leader per il gruppo, organizzando eventi offline e gestendo una community online locale di Facebook.

L’idea di questo progetto nasce dall’esigenza anche degli sviluppatori di aggregarsi e visto che lo faranno in nome di Facebook, la società del social network ha deciso di favorire l’organizzazione di questi incontri con la speranza che dalla collaborazione di più menti sparse in tutto il mondo, nasca una nuova ricchezza per l’intera community.

4. PLACES GRAPH: UN DATABASE CON TUTTE LE ATTIVITA’ ISCRITTE AL SOCIAL NETWORK

Places graphs

Place Graph è un database ad accesso libero, che contiene i dati (nomi, indirizzi, foto, recensioni lasciate su Facebook e molto altro ancora) di oltre 140 milioni di luoghi, come ristoranti, parchi, piccoli e grandi negozi, di tutto il mondo. Mark Zuckberg spiega il motivo di questo strumento e quindi i diretti vantaggi che comporta alle aziendeLe app possono utilizzare questi dati per creare esperienze basate sulla posizione degli utenti, che aiutino le persone a saperne di più rispetto a dove si trovano, in modo che possano prendere decisioni su dove andare e cosa fare dopo aver raccolto le informazioni necessarie”.

Questo corposo database, che poche altre attività possono vantare, fungerà, quindi, da base per gli sviluppatori che potranno utilizzare l’infinità di dati presenti per creare utili app e servizi. Tale consistenza del database rende questa novità quella di maggior impatto economico, proprio perché tocca la miriade di aziende e professionisti che si sono registrati e si registreranno al social network.

5. IDENTITY: ACCEDERE AD APP DIVERSE CON LA STESSA IDENTITA’

Si tratta di un’API (acronimo di application programming interface, tradotto come “interfaccia di programmazione di un’applicazione”) per la gestione delle identità: in poche parole questa interfaccia semplifica il collegamento di una singola persona ad un’applicazione e ad un Messenger bot, perché consente di mappare un Facebook Login ID e un Messenger ID. In tal modo si possono utilizzare app diverse con la stessa identità rendendo l’esperienza più lineare e fluida.

6. AUTOMATED INSIGHTS: FACEBOOK ANALYTICS SI EVOLVE PER UN SERVIZIO PIU’ AFFINATO

Facebook Analytics è uno strumento indispensabile per le aziende perché permette di analizzare e monitorare i dati e il comportamento degli utenti sul social network. Grazie al machine learning e all’intelligenza artificiale, questo prezioso strumento, che prenderà il nome di Automated Insights, verrà potenziato con nuove funzionalità progettate per aiutare a comprendere ed ottimizzare il customer journey attraverso i canali usati per interagire con i clienti, come ad esempio un’applicazione o un sito web.
Queste nuove analytics permetteranno di vedere insight, come cambiamenti di acquisti per una nuova versione dell’applicazione o variazioni di engagement rispetto a persone di città diverse, offrendo informazioni sempre più affinate ed utili con conseguenti vantaggi per le aziende.

7. WORKPLACE: IL SOCIAL NETWORK BUSINESS SARA’ DISPONIBILE PER TUTTI VERSO LA FINE DI QUEST’ANNO

Facebook Workplace

Alla Facebook F8 si è parlato anche di Facebook Workplace, la piattaforma sosia di Facebook rivolta alle aziende, che porterà in ambito lavorativo le logiche, soprattutto di condivisione, che hanno sempre contraddistinto il social più usato al mondo. L’obiettivo di questo social business è quello di creare un ambiente di lavoro coordinato e di condivisione tra gruppi all’interno delle aziende, in modo da debellare quei processi che rallentano l’impresa moderna, come le riunioni periodiche inconcludenti o lo scarso allineamento delle comunicazioni interne, rimpiazzandoli con alternative più dinamiche che rendano più efficiente lo scambio di informazioni internamente all’azienda. Ecco che, quindi, potrebbero scomparire le email, la conferenze telefoniche, la messaggistica aziendale e le applicazioni disaggregate, che verranno sostituite da un social network business, con interfaccia e funzionalità del tutto simili alla piattaforma social che utilizziamo quotidianamente.

Finora Facebook Workplace, lanciato lo scorso 10 ottobre in versione beta, era appannaggio di pochi eletti che lo stavano testando, mentre per la fine di quest’anno sarà disponibile per tutti in una versione gratuita standard, con funzioni limitate, e una “premium”, con funzionalità aggiuntive.

8. MESSENGER: L’APP DI MESSAGGISTICA SI ARRICCHISCE DI NUOVE ED UTILI FUNZIONALITA’

Anche Messenger, app di messaggistica figlia di Facebook che conta  1,2 miliardi di utenti, si evolve, arricchendosi di nuove funzionalità:

  • Chat extensions: estensioni delle chat che permettono a più persone di comunicare contemporaneamente con la stessa azienda, aggiungendo un bot direttamente al thread di gruppo e condividendo la conversazione;
  • M: l’assistente di Messenger con Intelligenza Artificiale offre ora la possibilità di ordinare cibo attraverso delivery.com (per ora negli USA). Ad esempio, se stai chattando con gli amici su cosa mangiare per cena, M suggerirà un ordine, potendolo completare e pagare senza abbandonare l’app di messaggistica;
  • Discover: nuova scheda che permette agli utenti di trovare i bot di Messenger che stanno cercando in modo intuitivo, direttamente dalla schermata iniziale di Messenger. Inoltre sono stati introdotti nuovi codici parametrici, che permetteranno alle persone di scansionare con la camera i codici di Messenger per connettersi ai brand;
  • Smart replies: un prezioso aiuto alle pagine delle piccole imprese per rispondere alla domande più frequenti dei clienti come ad esempio l’orario di apertura, le indicazioni per il negozio e le informazioni di contatto;
  • Hand-over protocol: nuovo modo per le aziende di lavorare con più sviluppatori per le diverse esperienze su Messenger;
  • Giochi: nuovi giochi su Messenger, inclusi Game bot e molto altro ancora.

Per assistere all’intervento di Mark Zuckberg ed altri leader di Facebook durante il primo giorno del Facebook F8 clicca qui.

Per assistere all’intervento di Mark Zuckberg ed altri leader di Facebook durante il secondo giorno del Facebook F8 clicca qui.

Vi terremo aggiornati!

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,