24 Febbraio 2017 Expert

FORMAZIONE AZIENDALE IN MARKETING DIGITALE: PORTATO A TERMINE UN ALTRO PROGETTO (CON SODDISFAZIONE)

Mercoledì scorso si è svolta l’ultima lezione del corso che abbiamo tenuto presso la Fondazione CPV (Centro Produttività Veneto) di Vicenza.

Tale corso, della durata di circa tre mesi, aveva come obiettivo la formazione di figure specializzate nella pianificazione strategica dei diversi strumenti digitali a disposizione del marketing per aziende e professionisti. Oltre alle ore di lezione frontale sono stati svolti anche diversi giorni di laboratorio per mettersi alla prova e assorbire al meglio le procedure e le tecniche suggerite.

Vediamo insieme gli argomenti sviluppati.

Come dicevamo, il corso è stato ricco di spunti, insegnamenti e laboratori pratici che hanno coinvolto ed interessato i partecipanti, avvicinandoli alla realtà che li attende quando si inseriranno nell’ambito lavorativo grazie allo stage in azienda che ora li aspetta.

Il corso, svoltosi in 16 lezioni a partire da Dicembre dell’anno scorso, ha permesso di affrontare 9 tematiche inerenti ai diversi strumenti di Web Marketing ed i loro utilizzi strategici:

1. GLI ERRORI DA NON COMMETTERE MAI

Digital Marketing

L’argomento riguardava gli errori da non commettere mai quando si pianifica una strategia digitale aziendale con l’utilizzo di diverse piattaforme per perseguire differenti obiettivi di business. Eccone alcuni:

  • non pensare in una logica di integrazione tra marketing online e realtà offline dividendo la realtà in due mondi, ovvero quello fisico e quello digitale;
  • pensare solamente a strategie desktop ignorando la componente mobile che è sempre più preponderante;
  • non essere obiettivi ma giudicando i Socials solo affidandosi alle Vanity Metrics o a scorciatoie scorrette come l’acquisto dei like su Facebook;

La lista è lunga e comprende molti degli errori in cui spesso incappano le aziende che non sono in grado di maturare una visione d’insieme e integrare al meglio tutti gli strumenti.

2. LA STRATEGIA DIGITALE: OBIETTIVI DI BUSINESS CON ALCUNI CASI STUDIES

Ecco una selezione di alcuni degli argomenti che abbiamo sviluppato insieme:

  • come si è evoluta la comunicazione e la crisi del marketing tradizionale;
  • i principali modelli di business incentrati sul generare valore per i clienti con case studies virtuosi di noti brand;
  • gli strumenti per attuare un piano di Digital Marketing efficace (il piano editoriale e gli analytics per esempio)

3. FOCUS ON SOCIAL NETWORK

Social Media Marketing

Come si evince dal titolo questa lezione abbiamo strutturato diverse lezioni esaustive sui social network più utilizzati: Facebook, Twitter, Linkedin, Instagram, Pinterest, Google + (quel che rimane dopo l’abbandono di Google) e Youtube non hanno più segreti per i partecipanti!

Abbiamo introdotto tale tematica facendo una panoramica sullo scenario attuale della digital audience in Italia e motivando il perché i social sono opportunità per le aziende e i professionisti in modo che i partecipanti comprendessero l’importanza di saper utilizzare efficacemente questi moderni strumenti.

4. SOCIAL MEDIA MONITORING, REPUTAZIONE ONLINE E CRISIS MANAGEMENT

Crisis Management

Questa lezione comprendeva tre macro-argomenti:

  • Social Media Monitoring: abbiamo spiegato l’importanza del monitoraggio tramite i social media dei target delle aziende, della concorrenza, del contesto e chiaramente dei risultati ottenuti con le proprie campagne di web marketing. Abbiamo visto, inoltre, quali sono le figure preposte alle diverse attività social e le regole da seguire per non commettere errori. A chiusura dell’argomento abbiamo dato qualche suggerimento su come sfruttare i social per tali scopi con vari esempi pratici;
  • Web Reputation Management: chiaramente il primo passo è stato spiegare cos’è la reputazione online, perché è importante nell’era digitale e perché è altrettanto importante tenerla monitorata. Abbiamo, quindi, approfondito le 4 fasi di ascolto sui social media, consigliando qualche strumento e sito per monitorare il proprio brand. Prima di vedere come risolvere una crisi ci siamo soffermati su come influenzare e modificare la brand reputation con stategie di contenuto e perché è consigliabile adottare tale strategia;
  • Crisis Management: in questa sezione abbiamo accennato a quegli argomenti temuti da tutti i brand, ovvero il lato oscuro della gestione dei social e gli epic fail, con esempi classici da manuale e casi recenti di note aziende che hanno commesso scivoloni online. Oltre alle cause che generano le crisi, abbiamo visto anche come difendersi e prevenirle.

5. PIATTAFORME DI ANALISI, MONITORAGGIO E GESTIONE DEI SOCIAL NETWORK

Analytics

Abbiamo parlato di ROI, Metriche e KPI (indicatori di performance), parole che per molti sono equiparabili all’aramaico antico ma che nel mondo del Digital Marketing sono di estrema importanza; a testimonianza di questa affermazione, abbiamo spiegato i benefici dell’investire in Digital Analytics.

Dopodichè abbiamo visto le 4 tipologie di misurazioni che portano a 6 obiettivi fondamentali (aumentare la visibilità, incoraggiare il dialogo, generare interazioni, facilitare il supporto, promuovere l’advocacy e stimolare l’innovazione), sempre accompagnando il tutto da casi di studio concreti.

Infine abbiamo consigliato alcuni strumenti per l’analisi, il monitoraggio e la gestione dei social spiegandone il funzionamento.

6. INTEGRAZIONE ONLINE-OFFLINE NEL MONDO DEL FASHION 2.0 E FUTURE TRENDS

Multicanalità fashion

In particolare ci siamo soffermati sulle nuove leve tecnologiche e sui cambiamenti afferenti al marketing digitale e alla comunicazione per i brand e i professionisti nel settore del Fashion con esempi di aziende famose che si sono adattate con successo al nuovo scenario. Abbiamo anche visto come affrontare la sfida di multicanalità nel fashion integrando store online ed offline ed introducendo i concetti di marketing non convenzionale, marketing virale e marketing esperienziale. Abbiamo concluso la lezione anticipando i trend futuri spinti dall’uso sempre più diffuso dei dispositivi mobili e le tecniche più utilizzate di marketing di prossimità.

7. I CONTENUTI, LA DISTRIBUZIONE ED IL CORPORATE STORYTELLING

Corporate Storytelling

Ci siamo addentrati in ogni aspetto del Content Marketing, dalla definizione ai principali driver che utilizza, passando per le diverse tipologie di contenuto (video, immagini, etc.), potendo anche imparare dalle strategie di noti brand come Lego e Coca-Cola.

Abbiamo parlato più in generale degli obiettivi raggiungibili tramite le strategie di contenuto aziendali (relazione ed engagement, informazioni, trasparenza, posizionamento e vendita e generazione di lead), gli errori da evitare e i consigli per il successo, compreso la corretta creazione e l’utilizzo di un piano editoriale.

Ultimo ma non meno importante, abbiamo trattato la metodologia dello Storytelling: come si sviluppa, come e perché è nato, quali sono le caratteristiche principali e perché è importante, riportando alcuni esempi di brand che sono rimasti impressi nella memoria grazie alla narrazione di storie legate a loro e ai loro prodotti.

8. EMAIL MARKETING: DEFINIZIONE E AMBITI DI UTILIZZO E LA PIATTAFORMA

Email marketing

Dopo aver definito l’email marketing ci siamo addentrati nell’argomento snocciolando tutti i vantaggi, i diversi strumenti (DEM, newsletter, etc.), le caratteristiche che devono avere le comunicazioni via email e i trucchi per utilizzare l’email marketing al meglio. Dopo aver visto epic fail e win di newsletter aziendali, abbiamo proposto una guida all’utilizzo di una semplice e gratuita piattaforma per l’invio di newsletter con consigli pratici su come sfruttare tutti i suoi strumenti per creare comunicazioni efficaci.

9. MARKETING DIGITALE E ASPETTI LEGALI

Privacy web

Questa lezione è stata la più teorica ma obbligatoria perché abbiamo trattato gli aspetti legali coinvolti da attività di marketing digitale:

  • Privacy e web: abbiamo parlato della legge sulla privacy, in particolare di quando si applica, dei principi generali e degli obblighi, degli adempimenti formativi, della violazione della normativa e abbiamo concluso focalizzandoci sulla cookie law;
  • Digital marketing: come nel punto precedente abbiamo visto i vari riferimenti, gli obblighi e gli adempimenti, soffermandoci sugli strumenti di digital marketing più a rischio come l’email marketing e il marketing di prossimità;
  • Diritto e Social, suggerimenti per evitare di violare la normativa: abbiamo terminato la lezione parlando delle insidie e dei rischi dei social network, come il trattamento illecito di dati personali, la illecita pubblicazione di immagini e la pubblicazione di post diffamatori.

 

Se siete un’azienda interessata al mondo del Digital Marketing e volete ottimizzare i vostri investimenti ottenendo i risultati prefissati, contattateci per avere la formazione necessaria e iniziare ad utilizzare gli strumenti di marketing digitale in maniera efficace.

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , , , , , , , , ,