14 Giugno 2016 Expert

L’ANATOMIA DI UN SITO E-COMMERCE DI SUCCESSO

Ogni tanto riprendiamo in mano l’argomento e-commerce, soprattutto alla luce della recente indagine di Human Highway e Netcomm, da cui risulta che in Italia gli acquirenti online hanno raggiunto quota 18,8 milioni (aprile 2016).

C’è una precisazione da fare, tuttavia, per coloro che intendono “cavalcare l’onda” di successo del fenomeno e-commerce: certamente questi numeri sono incoraggianti e destinati ad aumentare, ma è altrettanto vero che esistono già numerosi siti di e-commerce che si mostrano agguerriti, professionali e con un vasto pubblico a seguito.

Per riuscire ad ottenere successo ed attirare i clienti, che si affidano già ad altri siti o che non sono ancora avvezzi all’acquisto online, è necessario prestare attenzione, fra le tante cose, all’aspetto grafico-funzionale del sito e-commerce che dev’essere user-friendly.

Vediamo, quindi, quali caratteristiche rendono vincente un sito e-commerce.

Compresi i motivi per cui è consigliabile aprire un sito e-commerce (Net-expert PERCHE’ DEVI AVERE UN ECOMMERCE PER LA TUA AZIENDA), gli innumerevoli vantaggi che questo porta ad un’attività commerciale (Net-expert I VANTAGGI DEGLI E-COMMERCE: L’IMPORTANZA DEL MOBILE E ALTRE TENDENZE) e le accortezze da seguire in fase d’apertura (Net-expert VUOI APRIRE UN E-COMMERCE? COSA FARE E COSA NO), soffermiamoci ora su un altro aspetto importante per un e-commerce: l’anatomia del sito. Con ciò andiamo a considerare l’aspetto grafico perché ricordiamo che “anche l’occhio vuole la sua parte” sia quando un cliente fa shopping offline che online.

Prima di cominciare a vedere gli aspetti principali necessari per rendere un sito e-commerce user-friendly, ribadiamo che l’aspetto estetico gradevole del sito non è sufficiente per attirare più clienti ed aumentare le vendite; esistono, infatti, altri elementi tecnici da considerare, fondamentali (come per esempio l’usabilità, la trasparenza, la sicurezza etc.) e che vedremo in un prossimo articolo.

REGOLE GENERALI DI DESIGN PER UN SITO E-COMMERCE

Caratteristiche e-commerce

Prima di addentrarci nei dettagli relativi alle singole sezioni, elenchiamo le dritte generali sempre valide per qualsiasi pagina del sito e-commerce, che garantiranno una user experience di qualità.

DESIGN ATTRAENTE MA SEMPLICE

Ricordiamo che l’impatto visivo è il primo elemento che influenza la decisione dell’utente fin dal principio sul fatto di rimanere o meno sul sito. Appurato ciò, è necessario che il design sia accattivante e allo stesso tempo funzionale e semplice. Un sito gradevole alla vista, ma non “usabile” viene comunque scartato dall’utente che ne cercherà un altro bello da vedere e facile da utilizzare e navigare.

Ultimamente vengono usate maggiormente le seguenti tipologie di design:

  1. FLAT DESIGN: letteralmente significa “design piatto” ed è caratterizzato da uno stile minimalista, ovvero da forme, linee e colori semplici che conferiscono al sito un aspetto ordinato, pulito e intuitivo grazie al quale l’utente non avrà difficoltà a navigare all’interno dell’e-commerce;
  2. MATERIAL DESIGN: può essere utilizzato per arricchire il flat design, in quanto questo stile aggiunge colore, movimento e forma al design delle pagine con l’intento di renderle più attraenti ed invoglianti per gli utenti. In sintesi tale design viene spiegato in maniera più esaustiva nel video sottostante:

  1. CARD DESIGN: è il tipo di design più adatto ad un sito e-commerce proprio per come è concepito; infatti la sua struttura formata da schede (chiamate “card” da cui prende il nome) contenenti una breve descrizione, un’immagine ed un pulsante aiuta molto il commercio elettronico, perché rende le informazioni più importanti subito fruibili e chiare, soprattutto se l’utente naviga da dispositivo mobile.

IMMAGINI PULITE E DI OTTIMA QUALITA’

Abbiamo più volte ribadito l’importanza dell’elemento visual nei siti, negli articoli, sui social network, etc. Gli e-commerce non fanno eccezione: tutte le immagini presenti nel sito, nelle pagine e sottopagine devono essere di ottima qualità, semplici e nitide. Sono bandite le foto sgranate, con troppi fronzoli e colori; regola valida soprattutto se si tratta delle immagini dei prodotti che devono valorizzare quest’ultimi rendendoli i veri protagonisti.

Nell’ultimo periodo si è consolidata la tendenza in molti e-commerce di utilizzare un’immagine di apertura che copra l’intera pagina. Questa scelta permette di rendere familiare e ordinato un sito tramite una foto che deve trasmettere i valori, il messaggio e la storia del brand.

TASTI MINIMALISTI E NON INVASIVI

Tasti minimalisti

I tasti minimalisti sono uno degli elementi base del flat design di cui abbiamo parlato sopra. Si tratta di quei pulsanti utilizzabili per qualsiasi tipo di azione (“compra ora”, “condividi sui social”, “visualizza scheda prodotto” per esempio) che vengono chiamati anche “pulsanti fantasma” in quanto sono caratterizzati da un leggero contorno e nessun riempimento. In questo modo non interrompono il design del sito e non disturbano l’utente durante la navigazione, ma richiamano la call to action desiderata.

PERCORSO ED ALBERO DI NAVIGAZIONE SEMPRE PRESENTI

L’utente deve sempre avere la conferma di dove si trova e di come è giunto fino a quella sezione, per cui è necessario inserire il percorso di navigazione in tutte le pagine. Anche se può sembrare superfluo, molti utenti (se non tutti), apprezzano la presenza del percorso di navigazione perché così possono orientarsi fra le varie pagine, categorie e sottocategorie del sito.

A tal proposito è consigliabile inserire anche l’albero delle categorie e sottocategorie per garantire all’utente una navigazione semplice, potendo “saltare” da una categoria ad un’altra senza perdersi e potendo sempre tornare indietro.

IN DETTAGLIO: LE CARATTERISTICHE GRAFICHE DELLE PAGINE PRINCIPALI

Ora che abbiamo visto le regole generali possiamo concentraci su quelle più specifiche. In particolare analizziamo le tre pagine principali di un sito e-commerce (categoria, prodotto e check-out) consigliandovi come renderle vincenti.

1. PAGINA CATEGORIA: IL PUNTO DI PARTENZA DEL PROCESSO D’ACQUISTO

Pagina categoria

Per pagina categoria si intende la pagina principale in cui sono presenti i prodotti o servizi venduti dall’azienda, suddivisi in categorie, sottocategorie o settori. Nel processo d’acquisto riveste un ruolo fondamentale, essendo il punto di partenza da cui l’utente comincia la sua ricerca. Si può intuire, quindi, quanto sia importante curarla nei minimi particolari, in modo che la pagina invogli l’utente a rimanere sul sito. Diversamente, una pagina categoria caotica, incomprensibile e trasandata farà scappare un acquirente che si rivolgerà alla concorrenza.

Noi vogliamo evitare ciò per cui elenchiamo gli elementi che devono essere presenti nella pagina categoria:

  • NOME, DESCRIZIONE ED IMMAGINE DELLE CATEGORIE

Ogni categoria deve raccogliere tutti i prodotti inerenti alla categoria sotto un nome pertinente; trovare nella categoria “Scarpe da donna” delle borse, giusto per fare numero, non rende il sito e-commerce credibile.

Anche se il nome della categoria rappresenta già un indicatore per il cliente che sta cercando un determinato prodotto, è comunque consigliabile aggiungere un’immagine ad ogni categoria al fine di evitare che l’utente si perda in fiumi di testo e per aumentare il suo interesse.

L’immagine ed il nome della categoria possono essere accompagnati da una breve descrizione che spiega di cosa tratta quella categoria, così l’utente sa di preciso se troverà ciò che sta cercando.

  • AGGIUNTA MODERATA DI SOTTOCATEGORIE PERTINENTI

Se l’uso delle categorie dovesse risultare limitativo, perché vendete molti prodotti per cui sarebbe necessario un’ulteriore suddivisione, può tornare utile l’utilizzo di sottocategorie. Chiaramente le sottocategorie possono garantire un’agevole categorizzazione visiva e facilitare la navigazione dell’utente se usate con moderazione: troppe sottocategorie creano solo confusione e disperdono i potenziali clienti.

  • SEZIONE “PRODOTTI PIU’ VENDUTI”

Questa sezione è molto apprezzata da quegli utenti che vogliono acquistare “a colpo sicuro” e quindi optare per quei prodotti già comprati da molte persone.

2. PAGINA PRODOTTO: IL CUORE DEL PROCESSO D’ACQUISTO

Pagina prodotto

Se il visitatore giunge a questa sezione, significa che la pagina categoria ha fatto bene il proprio dovere: l’utente è stato invogliato ed incuriosito e per questo ora è intenzionato ad approfondire la propria ricerca. Arrivati a questo punto, non vanifichiamo tutti gli sforzi fatti finora, ma stimoliamo ulteriormente l’interesse dell’utente, ottimizzando i seguenti elementi.

  • IMMAGINE ED INFORMAZIONI VARIE RELATIVE AL PRODOTTO CON POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE ALCUNE VARIABILI

Un’immagine di qualità che mostri il prodotto chiaramente non può mancare. Devono essere inoltre presenti prezzi, sconti e breve descrizione del prodotto, se e quanti pezzi sono disponibili e fra quali variabili (colore, taglia, tessuto per esempio) i clienti possono scegliere. Soprattutto è bene ricordarsi che l’utente deve poter decidere quale taglia o colore selezionare fra quelli disponibili.

  • INFORMAZIONI RELATIVE ALLA CONSEGNA ED ALL’EVENTUALE RIMBORSO O RESTITUZIONE DEL PRODOTTO

Le informazioni relative alla consegna possono essere per esempio se la spedizione è gratuita per ordini superiori ad un certo importo o se è previsto uno sconto. Inoltre devono essere incluse anche le informazioni relative alla spese e modalità di restituzione del prodotto e se sono previsti rimborsi nel caso di merce danneggiata o consegnata in ritardo. La presenza di questi elementi fanno apprezzare il sito e-commerce all’utente e lo convincerà a proseguire nell’acquisto.

  • POSSIBILITA’ DI VALUTARE E RECENSIRE IL PRODOTTO E DI VISUALIZZARE LE OPINIONI DEGLI ALTRI CLIENTI

Si deve dare la possibilità al cliente di valutare e recensire il prodotto e di poter vedere le opinioni di chi ha già comprato quell’articolo sia perché la maggior parte delle persone prima di procedere con l’acquisto consulta le recensioni altrui, sia perché l’azienda può trarne benefici per la propria reputazione (in caso di valutazioni positive).

  • PULSANTI “AGGIUNGI AL CARRELLO” E “CONDIVIDI SUI SOCIAL”

Se un utente non trova il pulsante per aggiungere il prodotto al carrello abbandona l’acquisto,  per cui è necessario che tale bottone sia posto in bella vista, senza però che sia troppo invasivo o che copra gli altri elementi.

Per quanto riguarda i pulsanti “condividi sui social” non è obbligatorio inserirli, ma è consigliabile farlo per dare la possibilità all’utente di condividere con i propri contatti la sua esperienza d’acquisto, oltre che fungere da “pubblicità” per l’azienda.

  • SEZIONE “PRODOTTI CORRELATI” O “PRODOTTI SIMILI”

Inserire una piccola sezione relativa a prodotti simili o correlati all’articolo che il cliente sta comprando può diventare un incentivo all’acquisto del prodotto stesso.

3. PAGINA CHECK-OUT: FASE FINALE (NON PER QUESTO MENO IMPORTANTE)

Pagina check-out

La pagina check-out è la sezione comunemente chiamata carrello. Molti pensano che arrivati a questo punto la vendita sia ormai conclusa. Errore! Secondo una ricerca di Baymard Institute circa il 68% dei potenziali acquirenti abbandona il carrello.

Anche questa pagina come le altre deve essere ordinata, semplice e funzionale, tramite determinati elementi che andiamo ad elencare:

  • RIEPILOGO DATI DEL PRODOTTO E DELL’ORDINE

Per dati del prodotto si intendono per esempio quantità, modello, colore, taglia e descrizione tecnica, che devono poter essere, eventualmente, modificabili dal cliente. Chiaramente non dovrà mancare l’immagine del prodotto in modo che l’utente abbia un ulteriore conferma che stia acquistando proprio ciò che voleva.

Una volta riepilogati i dati del prodotto, bisognerà ricapitolare anche tutti i riferimenti dell’ordine: totale, tasse, spese di spedizione, data e luogo di consegna etc. in modo che il cliente abbia tutto sotto controllo e non si ritrovi con spiacevoli sorprese che potrebbero indurlo ad abbandonare il carrello.

  • OPZIONI DI PAGAMENTO E DI CONSEGNA

Dare la possibilità al cliente di decidere l’opzione di consegna e di pagamento, elencando chiaramente quali metodi sono accettati, può tornare utile per incrementare la fiducia nel nostro sito di e-commerce e di conseguenza vedere aumentato il tasso di conversione.

  • POSSIBILITA’ DI REGISTRARSI

Attenzione: dare la possibilità di registrarsi non significa obbligare l’utente a creare un account. Rendere obbligatoria l’iscrizione può infastidire l’utente al punto da fargli abbandonare il carrello. Mentre per un cliente abituale può essere comodo creare un account in modo che non debba riscrivere i dati ad ogni acquisto.

  • CAMPI INDISPENSABILI E CONCISI

Può essere fastidioso per un cliente dover scrivere innumerevoli campi di cui magari non capisce l’utilità, soprattutto nel caso di un utente che non si registra e fa più acquisti. Per cui il consiglio è di inserire i campi strettamente necessari ai fini della vendita e della spedizione, per sveltire il processo di check-out.

  • PULSANTE PER CONFERMARE L’ACQUISTO BEN VISIBILE

Non facciamo scappare l’utente ad un click dall’acquisto, rendiamo ben visibile il pulsante “completa l’ordine” o “conferma l’acquisto”, senza però esagerare.

 

Se volete migliorare il vostro sito e-commerce o aprirne uno, contattateci ed insieme attueremo le dovute accortezze per rendere il vostro e-commerce vincente!

Versione per la stampa Versione per la stampa

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,