4 agosto 2017 Elisa

MIGLIORA (E DI MOLTO) IL POSIZIONAMENTO DEL TUO SITO CON IL CONTENT MARKETING

migliorare il posizionamento del tuo sito“Il miglior posto per nascondere un cadavere è la seconda pagina dei risultati di una ricerca su Google.” (noto proverbio digitale)

A cosa serve avere un sito Internet se non è posizionato fra le prime posizioni nelle SERP (Search Engine Results Page) di Google? Ormai tale motore di ricerca ha perfezionato a tal punto i suoi strumenti per restituire all’utente i risultati più affini possibili alla sua richiesta, che un numero trascurabile di persone si spinge così a fondo nella ricerca da raggiungere la terza o addirittura la quarta pagina. Si parla addirittura di AI (Intelligenza Artificiale) o machine learning visto che tale nuovo algoritmo uscito nel 2017 “impara da solo”.

Questa osservazione solleva un dilemma per tutte quelle aziende che hanno un sito internet, convinte di essere rintracciabili dagli utenti web perché presenti online, ma in realtà non risultano inserite fra le prima pagine di Google per specifiche keyword aziendali: quindi, come migliorare il posizionamento del sito aziendale?

Esistono moltissime strategie per migliorare il ranking (punteggio) del sito nel motore di ricerca partendo dalla costruzione del sito stesso, sebbene in questo intervento vogliamo analizzare come raggiungere questo importante obiettivo attraverso strategie di content marketing.

COME FUNZIONA GOOGLE? PUNTEGGI E POSIZIONI PER OGNI SITO WEB

Algoritmi di Google

Il posizionamento di un sito viene deciso dall’algoritmo di Google sulla base di un punteggio (chiamato “ranking di Google”) che il motore di ricerca attribuisce ad ogni sito, sulla base di svariati parametri che valuta positivi o negativi e che di conseguenza aumentano o abbassano tale punteggio.

Google non ha diffuso questi criteri, ma alcune società di SEO hanno svolto diverse ricerche per scoprirlo; una di queste agenzie è SearchMetrics che ha sintetizzato quanto dedotto in un utile rapporto.

Abbiamo raccolto alcuni di questi parametri in due nostri precedenti articoli che ti invitiamo a leggere per approfondimento.

 Net-expert 6 CARATTERISTICHE PER UN BUON POSIZIONAMENTO DI UN SITO WEB SUI MOTORI DI RICERCA

Net-expert POSIZIONAMENTO DEL SITO SUI MOTORI DI RICERCA: I 3 FATTORI ESTERNI CHE PIU’ LO INFLUENZANO

I 7 CONSIGLI DI CONTENT MARKETING PER MIGLIORARE IL POSIZIONAMENTO TUO DEL SITO

content marketing seo

Noi, come i maggiori esperti di digital marketing, siamo fermamente convinti delle potenzialità del content marketing, come strumento in grado di portare numerosi benefici all’azienda: dalla lead generation (di cui abbiamo parlato nel nostro precedente articolo Net-expert  3 CONSIGLI DI CONTENT MARKETING PER AUMENTARE LA BASE CLIENTI), all’awareness  fino al migliorare il posizionamento del sito e molto altro ancora.

Oggi ci concentriamo proprio su di un preciso obiettivo oggetto dell’articolo; la sfida sarà creare contenuti che piacciano non solo gli utenti, ma anche a Google.

1. DAI AGLI UTENTI E A GOOGLE LE RISPOSTE CHE CERCANO

L’utente ha dubbi e domande e rivolge tutto queste richieste a Google, il quale, grazie all’algoritmo, ricerca risposte.

Un utente che atterra sul tuo sito non è un navigatore del web qualunque, ma un potenziale cliente interessato alla tua attività. In questo momento quindi è importante fornire a lui e a Google le informazioni che cerca.

In quest’ottica può essere consigliabile pubblicare articoli how-to, ovvero “come fare per…”, guide e tutorial per un passaggio efficace delle informazioni.

2. SII COSTANTE NELLA PUBBLICAZIONE DI CONTENUTI

calendario editoriale

Abbiamo ribadito più volte questo concetto: bisogna essere sempre costanti nella pubblicazione di contenuti per non dare l’idea di aver abbandonato il proprio sito, non solo agli utenti ma anche a Google stesso. Il motore di ricerca, infatti, mostra maggiormente i contenuti freschi rispetto a quelli datati ed inoltre premia i siti aziendali costantemente aggiornati, migliorandone il posizionamento.

3. TITOLI CORTI: NON SEMPRE SONO LA SCELTA GIUSTA

Molti pensano che il titolo degli articoli debba essere corto perché gli utenti digitano poche parole sulla barra di ricerca di Google. Invece, non è così; il 70% delle persone che ricerca informazioni tramite i motori di ricerca digita più parole, chiamate nel gergo specifico “long tail (coda lunga).

4. UTILIZZA LE PAROLE GIUSTE

Non semplici parole, ma parole chiave, keywords targetizzate. Inserendole ad esempio in un articolo del blog, comunichi ai bot di Google che scansionano le pagine per catalogare i contenuti, cosa contiene quell’articolo, di cosa parla e quindi quali informazioni possono trovare gli utenti. In questo modo il motore di ricerca  confronta le parole cercate dell’utente con quelle contenute nell’articolo per restituire a quest’ultimo i risultati inerenti la sua richiesta.

5. PIU’ LINK IN ENTRATA SIGNIFICA PIU’ TRAFFICO

I backlink sono i link contenuti in altri siti o piattaforme che rimandano ai nostri contenuti o al nostro sito. Questi link aiutano molto il SEO, perché un numero maggiore di link corrisponde a molto più traffico verso le nostre pagine (naturalmente purchè la reputazione SEO di questi siti che ci linkano sia buona).

Come spronare altri siti a rimandare al nostro? Con contenuti interessanti e di valore, al punto che anche gli altri li vorranno nei loro spazi.

6. TIENI SOTTO CONTROLLO IL “RIMBALZO”

bounce rateFra i diversi parametri che Google utilizza per stimare le performance dei siti ne esiste uno, chiamato “bounce rate” (letteralmente “tasso di rimbalzo”), che indica quante pagine un utente ha aperto sul sito. Quando questo valore è alto significa che l’utente non è rimasto molto tempo sulle pagine del nostro sito abbandonandolo presto. Google tiene conto anche di questo tasso nel momento in cui assegna il suo punteggio per decidere quale sito andrà fra i primi risultati della sua SERP, quindi sarà indispensabile abbassare il bounce rate creando un forte engagement con i lettori grazie a contenuti di qualità che stimolino il loro interesse, che rispondano alle loro domande e che forniscano loro una soluzione ad un loro problema o bisogno.

7. I CARI E PREZIOSI SOCIAL NETWORK

Il numero di condivisioni sui social network migliora indirettamente il posizionamento SEO; le interazioni con i social network contribuiscono a costruire rank di Domain Authority e Page Authority forti. Questi parametri, seppur non calcolati dai motori di ricerca, determinano  la credibilità del tuo sito e di riflesso il numero degli utenti che si rivolgeranno alla tua azienda per avere informazioni. Naturalmente il contenuto dovrà essere di valore per spingere gli utenti a condividerlo su queste piattaforme.

Hai capito l’importanza di un content marketing accurato per la tua SEO e vuoi affidarti a professionisti del settore? Contattaci e ti sapremo dare preziosi consigli per creare contenuti in grado di migliorare il posizionamento del tuo sito!

Versione per la stampa Versione per la stampa
, , , , , , , , , , , , , , ,

Contattaci

Compilando i campi qui di seguito, puoi inviarci una richiesta per maggiori informazioni sui nostri prodotti o richiederci un PREVENTIVO PERSONALIZZATO gratuito.


Ti risponderemo in modo esauriente e veloce


Dal lunedì al venerdì dalle ore 09 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18


+39 049 8073753

FAX: +39 049 8088053