5 Maggio 2017 Expert

IL VOLTO UMANO DELL’AZIENDA: PERSONALIZZA I TUOI CONTENUTI

Perché nell’era digitale è necessario per un’azienda avere una personalità forte e definita?

Partiamo dal presupposto che la personalità del brand è in grado di influenzare, spesso più di altri elementi come qualità e prezzo, la percezione che le persone hanno di quell’azienda e di conseguenza la loro propensione all’acquisto dei suoi prodotti o servizi ed al passaparola positivo ad amici e conoscenti. Diversi studi, inoltre, hanno dimostrato che esiste una correlazione positiva fra i valori espressi dal brand e l’attrazione esercitata sul pubblico dalla sua personalità.

Risulta, quindi, importante far trapelare i valori aziendali, ma come fare?

Personalizza i tuoi contenuti aziendali in modo che ripropongano tratti simili a quelli della personalità umana. Vediamo subito qualche consiglio al riguardo.

Abbiamo constatato che personalizzare i contenuti permette di mostrare al pubblico “la voce ed il volto” del brand, elemento chiave per conquistare la fiducia degli utenti.

Aggiungiamo un altro dato rilevante: da sondaggio di Sprout Social, agenzia americana che si occupa di Social Media Management, è emerso che una delle attività compiute dai brand sui social network ritenute più fastidiose dagli utenti è proprio la mancanza di personalità nei contenuti (come da grafico sotto riportato).

Attività sui social noiose

Se vuoi scoprire gli altri motivi per cui gli utenti si sentono infastiditi e smettono di seguire un brand sui social leggi il nostro precedente articolo Net-expert VOGLIA DI ABBANDONARE SUI SOCIAL UN BRAND? ECCO 6 (BUONI) MOTIVI 

Nonostante tu abbia capito che personalizzare i tuoi contenuti risulta essere indispensabile, tale realizzazione incontra alcuni ostacoli e necessita di qualche accorgimento. Andiamo con ordine e vediamoli subito.

DEFINISCI LA PERSONALITA’ DEL TUO BRAND

Il primo passo per intraprendere la strada della personalizzazione dei contenuti è la definizione della personalità del brand associando ad essa i tratti distintivi degli esseri umani; esattamente come hanno fatto noti brand, di cui è possibile descrivere il lavoro utilizzando i termini della personalità umana. Inizialmente anche queste grandi marche si sono scontrate con tale ostacolo, ma una volta superato è possibile attuare delle strategie per raggiungere in maniera più efficace, diretta e personale gli utenti così da riuscire a catturare la loro attenzione e fidelizzarli.

4 MODI PER PERSONALIZZARE I PROPRI CONTENUTI

1. RACCONTA UNA STORIA

Noi, come molti altri professionisti di web marketing, siamo convinti sostenitori dello storytelling come strumento di engagement capace di catturare l’attenzione degli utenti, intrattenerli e costruire con loro legami solidi, grazie a quegli elementi che più fanno breccia nel loro cuore: emozioni e storie.

Verifica tu stesso guardando questo video: realizzato dalla compagnia aerea KLM Royal Dutch Airlines per presentare il simpatico addetto dell’“ufficio oggetti smarriti” dell’areoporto Schiphol di Amsterdam e raccontare le sue attività quotidiane di ricerca e riporto degli oggetti persi dai viaggiatori ai relativi proprietari. Di certo la compagnia aerea trasmette perfettamente l’idea di premura nei confronti dei propri clienti, per i quali assumono anche queste “forze speciali”!

Torneremo a parlare di storytelling e visual storytelling prossimamente con articoli al riguardo più approfonditi, per svelarti le best practices e i trucchi per utilizzare efficientemente tali strumenti.

2. PRENDI POSIZIONE E CREDI FERMAMENTE NELLE TUE AFFERMAZIONI

Personalizzazione dei contenutiPrendere posizione su un tema ed adottare un punto di vista specifico non significa sembrare insistenti o aggressivi, ma serve per provocare riflessioni nelle persone, le quali apprezzano ascoltare il punto di vista degli altri e proporre il proprio.

L’unico accorgimento è che ogni contenuto rappresenta il brand e di conseguenza le provocazioni non devono essere dirette a persone specifiche.

Un esempio di quanto detto lo fornisce Tic Tac, che con un tweet (riportato appena sopra) postato ad Ottobre dell’anno scorso ha preso una posizione ben definita, dissociandosi completamente dai commenti sessisti che indirettamente la coinvolgevano del non ancora presidente Donald Trump.

Trump, infatti, in un video girato nel 2005 e pubblicato durante la corsa alla Casa Bianca, ha affermato di voler usare le mentine Tic Tac per rinfrescarsi l’alito nel caso avesse dovuto baciare Arianne Zucker, attrice di Days of Our Lives , con cui avrebbe girato una scena della serie tv.

Per leggere l’articolo completo clicca qui.

L’azienda produttrice delle note caramelline bianche ha immediatamente preso le distanze da tali affermazioni con un tweet, che ha subito riscontrato un ampio consenso, conferendo una visibilità e un riconoscimento difficilmente ottenibile in altro modo.

3. UTILIZZA UN PO’ DI SANO UMORISMO

Una buona dose di umorismo migliora la percezione del brand, che diventa più umano ed accessibile per gli utenti, stimolando la conversazione e l’interazione da parte degli stessi. Non solo, se fatto bene l’umorismo può:

  • attirare l’attenzione del pubblico;
  • far emergere il brand e i suoi contenuti rispetto alla concorrenza;
  • rendere il brand più memorabile, con i diretti benefici che ne conseguono, primo fra tutti la maggior probabilità che i consumatori acquistino da noi e si ricordino del nostro brand nel tempo;
  • permette di entrare in connessione con il pubblico anche in maniera emozionale, creando relazioni solide nel tempo.

L’esempio più lampante dell’efficacia dello humor applicato ai contenuti? ”Taffo”, impresa di onoranze Funebri che ha fatto dell’umorismo lo sfondo dei propri contenuti con strategie illuminate di Real Time Marketing, nonostante il tema così delicato. Grazie ai suoi post ironici Taffo è riuscita a raggiungere un’ingente di numero di fan che interagiscono molto con i contenuti della pagina, al punto da aver innescato più di una volta la tanto ricercata viralità.

Contenuti personalizzati

>> Post pubblicato in occasione di San Valentino 2017

Per rendere i contenuti virali ci sono alcuni accorgimenti da seguire: in un nostro precedente articolo ne elenchiamo ben sette Net-expert  COME RENDERE I CONTENUTI VIRALI: 7 CONSIGLI PRATICI PER INNESCARE IL PASSAPAROLA ELETTRONICO

4. SUSCITA LE EMOZIONI CON IL POTERE DELLA NOSTALGIA

Le emozioni hanno un peso determinante nelle decisioni d’acquisto e un modo per suscitarle è sfruttare il potere della nostalgia; far compiere un tuffo nel passato al pubblico significa provocare in lui immediatamente una risposta emotiva.

Per creare un contenuto nostalgico con protagonista il proprio brand bisogna innanzitutto essere consapevoli del contesto, risvegliando solamente i ricordi che interessano il proprio pubblico (per questo sarà fondamentale conoscerlo a fondo) e lasciarsi ispirare dei mille spunti che ci circondano.

Esattamente come ha fatto Microsoft nel 2013 quando ha lanciato la versione 11 di Internet Explorer per Windows 7 con il video che riportiamo appena sotto.

Lo scopo del video non è mostrare nuove funzionalità o presentare il browser come il software migliore presente sul mercato, ma rivolgersi  alle persone nate negli anni ’80-’90 per far ricordare loro le situazioni che hanno segnato la loro infanzia. L’obiettivo, centrato in pieno, di Microsoft è utilizzare la nostalgia per creare un’affinità con il suo prodotto che ha accompagnato il pubblico di riferimento nella sua infanzia, come un vecchio amico.

Questi sono solo alcuni modi per far trapelare, tramite i contenuti, la personalità aziendale; ribadiamo che tale personalizzazione è una tecnica indispensabile per intrattenere, conquistare, creare legami e senso di comunità, per rafforzare i rapporti, costruire la notorietà del marchio e incoraggiare la percezione positiva legata al brand.

Alla luce di questi ottimi motivi, se non l’hai ancora fatto, è il momento giusto per cominciare a creare contenuti personalizzati che trasmettano la personalità della tua azienda: non esitare a contattarci per approfondire questo argomento o per affidarti a noi nella gestione dei tuoi contenuti.

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , ,