11 Novembre 2016 Expert

SHOPPING SU INSTAGRAM? ORA E’ POSSIBILE

 

Instagram sta testando in questi giorni una nuova funzionalità che farà contenti gli amanti dello shopping e coloro che generalmente usano il social network come un catalogo dove scoprire e seguire le ultime tendenze e collezioni. Tale funzione permetterà di fare shopping mentre si naviga nel social network.

Vediamo di scoprirne di più.

Instagram ha annunciato l’introduzione di tale feature la settimana scorsa nel suo blog, specificando che è in fase di test negli Stati Uniti per i possessori di iOS. Più precisamente è in fase di sperimentazione da parte di 20 catene di negozi e shopping partner di Instagram, tra cui Abercrombie & Fitch, Levi’s, Warby Parker, JackThreads e Kate Spade. Per chi non vede l’ora sarà contento di sapere che nei prossimi mesi tale servizio si allargherà anche ad altri Paesi e ci auguriamo che l’Italia sia uno di questi!

COME FUNZIONA NEL DETTAGLIO LO SHOPPING SU INSTAGRAM

In attesa quindi di tale arrivo vediamone il meccanismo per non farci trovare impreparati. Come si può notare dal video, non si potrà acquistare direttamente dal social network ma bisognerà seguire una procedura molto semplice:

  • Cliccando sulla foto comparirà un riquadro con le informazioni utili, come descrizione e prezzo, e il pulsante “Shop now”

instagram shop now

  • Premendo su questo bottone l’utente verrà indirizzato alla scheda prodotto dell’e-commerce del brand dove potrà completare l’acquisto.

Per il momento i rivenditori possono taggare un massimo di 5 oggetti nelle foto, che diventeranno prodotti shoppable, ovvero acquistabili.

In seguito Instagram introdurrà anche la possibilità di creare una “lista dei desideri” (Wishlist), in modo che gli utenti possano salvare i prodotti preferiti per ritrovarli o completare l’acquisto in un secondo momento.

COME I BRAND HANNO ACCOLTO QUESTA INIZIATIVA

Possiamo affermare che i rivenditori hanno accolto con entusiasmo l’introduzione della nuova feature.

Ad esempio il CMO di Jack Threads, azienda americana di abbigliamento maschile, sostiene che le “foto acquistabili” permetteranno ai brand di cambiare il modo di comunicare tramite i canali social, potendosi avvicinare maggiormente ai propri utenti ed intercettandoli proprio dove trascorrono la maggior parte del tempo e cercano qualcosa di loro interesse. Quindi il contenuto giusto, al momento giusto e nel luogo giusto come da “regola” dell’Inbound Marketing.

Il co-founder e co-CEO di Warby Parker, brand americano di distribuzione di occhiali, ha dichiarato che sperimenteranno volentieri questa nuova funzionalità in quanto spesso sono gli utenti a chiedere all’azienda maggiori informazioni sui prodotti mostrati in foto o direttamente il link alla scheda prodotto dello shop online.

QUALI SONO I MOTIVI CHE HANNO SPINTO INSTAGRAM AD INTRODURRE QUESTA NUOVA FUNZIONALITA’

comprare su instagram

Instagram, sempre nel suo blog, spiega il motivo principale dell’introduzione di questa funzionalità: facilitare l’esperienza d’acquisto dei prodotti che ci piacciono e che vediamo su Instagram. Questo perché, mentre ricercare e comparare i prezzi online o tramite un’app risulta un’operazione semplice, trovare informazioni e maggiori dettagli su un prodotto che vediamo in Internet non è altrettanto facile. Inoltre, la maggior parte delle esperienze d’acquisto da mobile portano il consumatore dalla scheda prodotto direttamente al check out, senza dare all’utente la possibilità di visionare il prodotto ed ottenere maggiori informazioni.

In un’indagine interna effettuata ad Agosto di quest’anno dal media Kantar su commissione di Facebook, su un campione di 3.927 persone maggiorenni che avevano effettuato una ricerca in una specifica categoria (assicurazioni auto, ricambi auto ed automobili, elettronica o moda) è risultato che solo il 21% degli acquisti veniva concluso nella giornata, mentre negli altri casi necessitavano diversi giorni.

Il risultato di questa ricerca porta ad una considerazione importante: le persone si prendono del tempo per capire meglio i prodotti a cui sono interessati (soprattutto in Social come Facebook).

Questa nuova funzionalità, quindi, vuole proprio permettere alla community di Instagram di compiere tutti quei passaggi preziosi dello shopping journey che portano progressivamente e successivamente all’acquisto del prodotto.

Secondo altri ci sarebbero ulteriori motivi validi:

  • la rivalità con Pinterest, il quale ha da tempo introdotto lo shopping sulla propria piattaforma tramite particolari  buyable pins che rimandano ad ecommerce esterni;

buyable pins

  • la volontà di diminuire lo strapotere di Amazon, raccogliendo quegli utenti che ancora non lo usano per gli acquisti online;
  • la facilità con cui gli utenti interagiscono e vedono i prodotti mostrati in foto rispetto ad un social network più lento, come per esempio Facebook.

OBIETTIVO MONETIZZAZIONE? PER ORA NO

Per il momento Instagram non guadagnerà nulla dalle vendite in quanto gli acquisti non si effettueranno sulla sua piattaforma ma sul sito e-commerce del brand. Il vicepresidente della compagnia James Quarles ha spiegato al noto sito di informazione TechCrunch che solo in un secondo momento l’obiettivo sarà la monetizzazione, mettendo a pagamento la funzione per quelle aziende che vorranno mostrare le foto con i prodotti acquistabili a tutti gli utenti del social network, anche se non sono fan del brand.


Vuoi aprire un profilo Instagram o essere presente sul social in maniera efficace? Contattaci per un preventivo gratuito!

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , ,