8 Dicembre 2017 Expert

STRUMENTI E ACCORGIMENTI PER VALUTARE LA VELOCITA’ DEL TUO SITO WEB

Eccoci all’ultimo appuntamento per conoscere tutti i segreti per valutare e migliorare la velocità del tuo sito web.

Nei precedenti articoli abbiamo fornito elementi teorici e strategie: quest’ultimo appuntamento da non perdere sarà focalizzato sulla messa in pratica di tutte le nozioni precedentemente apprese con consigli e strumenti online.

Metti subito alla prova le performance del tuo sito!

 

 

Migliorare la velocità del proprio sito web è una procedura lunga e complessa. Per lavorare in maniera ottimale, come visto nei precedenti articoli di questa serie, si dovrebbe iniziare con la giusta scelta dell’hosting e della piattaforma, continuando poi ad alimentare ed incrementare le performance attraverso il SEO, i contenuti, i plugin e molto altro.

Al termine della procedura si verificano i risultati ottenuti e poi… si ricomincia daccapo!

Il lavoro di ottimizzazione di un sito web infatti non si può mai considerare concluso, specialmente con i siti più attivi: nuovi contenuti, aggiornamenti di piattaforma e nuove funzionalità richiedono di rivalutare le prestazioni e la velocità di risposta del sito, costringendo in certi casi anche a riprendere in mano parti che si consideravano già finite.

Il tuo sito è realmente performante e veloce? Scoprilo con i seguenti tool suggeriti.

 

3 STRUMENTI ONLINE PER ANALIZZARE IL TUO SITO WEB

I fattori che determinano la velocità di un sito web e il suo corretto posizionamento sui motori di ricerca sono tanti e variegati, solo un esperto SEO con molta esperienza può padroneggiarli nel migliore dei modi.

Per i meno esperti che vogliono comunque avere un’idea generale della situazione del proprio sito, esistono tool gratuiti che permettono di fare un’analisi sommaria del sito ed avere alcune indicazioni sui difetti più evidenti.

  1. Uno dei più famosi è PageSpeed Insights, strumento ufficiale di Google molto apprezzato dagli sviluppatori : indicando la URL del proprio sito web, Google analizza il sito (sia da desktop che da mobile) per suggerire possibili funzionalità da implementare o criticità sulle quali intervenire.
  2. Una seconda opinione indipendente può essere fornita da Pingdom Website Speed Test

Questo tool verifica performance, tempo di caricamento, quanto pesante è la pagina, consiglia migliorie a livello strutturale e lato codice fornendo utili riferimenti anche di tipo tecnico.

 

  1. Infine GT Metrics è un altro utile alleato per testare la velocità del proprio sito internet sia in versione desktop che in versione mobile. Fornisce una valutazione molto sintetica del sito con voti in stile “americano” (da F il più basso ad A il migliore) e la visualizzazione cosiddetta “Waterfall” (a cascata) che permette di individuare più facilmente i punti deboli su cui lavorare.

Con questi strumenti gratuiti online, in maniera semplice e veloce, si può avere una panoramica delle performance del proprio sito, individuando le principali problematiche su cui andare subito ad intervenire.

Un SEO Specialist saprà poi riconoscere tutti i dettagli, anche i più nascosti, per ottenere il massimo dal sito e proporre quelle soluzioni che faranno la differenza con la concorrenza.

 

I FATTORI CHE I PROFESSIONISTI CONSIDERANO PER VELOCIZZARE IL TUO SITO WEB

Se i tool ci permettono di capire solo sommariamente il problema, per indagare più in dettaglio andiamo a scoprire i 3 fattori che influiscono sulla velocità del sito web:

 

1 – FATTORI STRUTTURALI

 

Già introdotti nell’articolo precedente

Net-expert“QUANTUM” PIU’ VELOCE? VI PRESENTIAMO IL NUOVO BROWSER MOZILLA

 

i fattori “che compongono lo scheletro” del sito non vanno mai sottovalutati.

Piattaforma, ottimizzazione del codice, plugin possono influenzare notevolmente la velocità del sito web e il caricamento delle pagine. Ad esempio, più plugin si installano e più risulta lento il caricamento del sito.

Il buon senso impone di non superare i 10/15 plugin, verificando prima che le versioni usate siano tra loro compatibili. I plugin, in termini di user experience e fruibilità, sono risorse fantastiche ma spesso se ne lasciano di non necessari al termine dello sviluppo del sito, oppure ne vengono usati alcuni che appesantiscono troppo il sito o creano conflitti con altri. In fase di sviluppo è bene prestare attenzione anche a temi e template scelti poiché possono influire sui tempi di caricamento della pagina: è bene controllare le recensioni lasciate da chi già li utilizza, per avere un valido aiuto in fase di scelta del proprio template grafico.

 

 

2 – FATTORI AMBIENTALI

 

Oltre allo “scheletro” del sito, bisogna considerare anche dove questo poggia.

Il sito necessita di una base fisica: l’hosting (che per semplicità assoceremo al server). Questo potrebbe essere allocato in ogni parte del mondo, ma la sua disposizione influisce sui tempi di risposta e di caricamento del sito. Ad esempio se si trova in America avrà un tempo maggiore di caricamento se visitato da utenti europei.

Quindi anche la distanza fisica tra il server che ospita il dominio del sito e l’utente influisce sulla velocità del caricamento della pagina: più la distanza aumenta e maggiori saranno i tempi di attesa.

Per limitare tale problema si può usare una CDN, Content Delivery Network, ovvero una rete di computer dove ricreare delle versioni statiche dei propri contenuti accorciando così la distanza tra il server e l’utente. In parole povere quando l’utente visita una pagina del sito, il server riceve una richiesta che non viene processata direttamente dal server principale, ma dalla CDN ovvero da un nodo (server) fisicamente più vicino all’utente per ridurre il tempo di trasmissione dei dati.

 

3 – FATTORI DI CONTENUTO

Anche i contenuti del tuo sito possono essere ottimizzati per incrementare la velocità del sito web. Modificare le immagini potrebbe portare effettivi vantaggi: quelle più pesanti di 100 kb, soprattutto se sono in grande numero, appesantiscono notevolmente il sito.  

Per aumentare la velocità è bene ridimensionarle, ovvero ottimizzarle per il web. Non si riducono le dimensioni, ma si diminuisce la risoluzione sino al limite di non-evidenza ovvero senza che l’occhio umano lo riesca a percepire.

La stessa procedura dovrebbe essere eseguita per altri file multimediali come audio e video.

In conclusione, sono diversi i fattori a cui prestare attenzione per incrementare la velocità del proprio sito web e, data la complessità dell’argomento, conviene affidarsi a un’agenzia specializzata in siti web per avere la certezza che ogni aspetto venga trattato nel modo più corretto, performante e professionale.

Net-Expert ha comprovata esperienza nella gestione e realizzazione di siti web… non ci hai ancora contattati? E allora che aspetti: richiedi un preventivo!

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , ,