9 Novembre 2016 Expert

UX E WORLD USABILITY DAY 2016: PRODOTTI PIU’ ACCESSIBILI, SEMPLICI E SOSTENIBILI

Nelle giornate di giovedì 10 e Venerdì 11 Novembre si terrà a Roma il World Usability Day, ovvero la Giornata Mondiale dell’Usabilità nata nel 2005 e giunta alla sua terza edizione, che vanta straordinari risultati conseguiti lo scorso anno.

world usability day

Clicca qui per vedere l’infografica completa.

world usability day 2015

Ogni anno il secondo giovedì del mese di novembre vengono organizzati in oltre 43 paesi di tutto il mondo più di 200 eventi, con lo scopo di formare dei professionisti relativamente a tematiche quali usabilità, user experience (UX) e Human Centered Design (vedremo a breve di cosa si tratta).

Vediamo di capire come l’usabilità e user experience possano migliorare la nostra vita di tutti i giorni, anche come utenti web e quali sono le caratteristiche migliori da adottare per ottenere tali obiettivi.

Abbiamo già parlato di User Experience ed usabilità in un precedente articolo ( Net-expert VUOI APRIRE UN E-COMMERCE? COSA FARE E COSA NO) in cui abbiamo visto quali pratiche virtuose adottare per aprire un e-commerce. In quell’occasione i due aspetti erano contestualizzati e limitati solo allo sviluppo del sito di shop online, sebbene le definizioni che ne abbiamo dato siano comunque valide anche per aspetti più generici:

  • UX: “La User experience si concentra sulla comprensione degli utenti, sui loro bisogni ed interessi, sulle loro capacità, e anche sui loro limiti. Una buona User experience permette di migliorare la percezione del prodotto, di tutti i servizi connessi e la qualità dell’interazione da parte dell’utente.”
  • Usabilità: «Il grado in cui un prodotto può essere usato da particolari utenti per raggiungere certi obiettivi con efficacia, efficienza, soddisfazione in uno specifico contesto d’uso» Def ISO 9241

Oggi invece cerchiamo di dare una definizione più ampia, soprattutto in vista dell’imminente giornata dedicata.

USER EXPERIENCE: L’ESPERIENZA DELL’UTENTE QUANDO ACQUISTA ED UTILIZZA IL PRODOTTO O SERVIZIO

user experience

Per spiegare che cos’è l’user experience non potevamo non utilizzare le parole di colui che ha reso noto tale termine verso la metà degli anni ’90, Donald Norman:

La User Expericence (UX) Design comprende tutti gli aspetti dell’interazione tra l’utente finale e l’azienda, i suoi servizi e i suoi prodotti. Il primo requisito per una user experience esemplare è quello di soddisfare le specifiche esigenze del cliente.
Solo dopo viene la semplicità e l’eleganza del prodotto che suscitano nell’utente l’interesse di possederlo e utilizzarlo. La vera user experience va ben oltre il dare agli utenti ciò che vogliono o fornendo loro molteplici funzionalità. Al fine di ottenere un’alta qualità della UX, nell’offerta di un’azienda ci deve essere una fusione di molteplici servizi e discipline, tra cui ingegneria, marketing, grafica e industrial design e interface design.” Jakob Nielsen, Donald Norman per Nielsen Norman Group.

Più semplicemente, UX significa letteralmente “esperienza dell’utente”, ovvero ciò che la persona prova quando utilizza un prodotto o servizio. Per “ciò che la persona prova” si intende il senso e valore che l’utente attribuisce al possesso di tale prodotto o servizio.

ux

La user experience è, quindi, importantissima perché è uno degli elementi che incide sul livello di soddisfazione dell’acquirente; sempre Donald Norman in uno dei suoi libri di maggior successo, “La caffetteria del masochista” che tratta proprio il design degli oggetti quotidiani, sostiene che “L’esperienza è cruciale perché determina la tonalità del ricordo che conserviamo delle interazioni con gli oggetti.

La caffettiera del masochista Donald Norman

Chiaramente più positivo sarà il ricordo di quell’oggetto, più l’utente sarà propenso a rivolgersi all’azienda che l’ha prodotto per un prossimo acquisto e a consigliare quel prodotto e quel brand ad amici e conoscenti.

I DIVERSI FATTORI

Garantire un’esperienza di qualità, tuttavia, non è sempre facile, perchè ci sono diversi fattori che incidono su di essa; principalmente si tratta di fattori umani, in quanto l’esperienza d’uso è soggettiva, quindi legata alle sensazioni delle persone. Tali fattori possono essere riassunti in tre macrocategorie:

  • condizione e comportamento dell’utente;
  • esperienza precedente dell’utente;
  • caratteristiche del sistema e contesto d’utilizzo.

Studiare il comportamento degli utenti, il loro contesto e le loro interazioni di certo facilita la fase di progettazione, ma bisogna anche dotare il prodotto di alcune caratteristiche.

Premettiamo subito che non esiste un modello universale che raggruppi tali caratteristiche, in quanto la UX si applica a settori molto diversi tra loro. Noi abbiamo scelto quello di Frank Guo, in quanto risulta essere il più completo, seppur generico, in grado di valutare l’esperienza dell’utente nel suo complesso e fornire linee guida di massima per far sì che la user experience sia il più piacevole possibile in qualsiasi contesto.

frank guo

 Spieghiamolo brevemente:

  • Usability: sostanzialmente il prodotto risulta essere facile da usare. Approfondiremo questo nel prossimo paragrafo
  • Desirability: se l’utente è coinvolto dal prodotto, se questo evoca in lui emozioni positive
  • Adoptability: se il prodotto è facile da utilizzare fin da subito
  • Value: se le caratteristiche del prodotto sono allineate con i bisogni dell’utente tale prodotto fornirà un’esperienza memorabile. 

USABILITA’: REQUISITI DA RISPETTARE PER GARANTIRE LA FACILITA’ D’USO DEL PRODOTTO

usabilita

L’usabilità, fa parte della user experience, ed è il grado di facilità e soddisfazione con cui la persona interagisce con il prodotto. Il termine può anche essere utilizzato come aggettivo, come abbiamo fatto prima noi, per indicare che, per esempio un prodotto è semplice da usare.

In questo caso però intendiamo l’usabilità come il processo d’interazione fra utenti e prodotto.

Un prodotto per garantire la miglior usabilità possibile deve possedere 6 caratteristiche:

  • Efficacia: necessaria per valutare l’accuratezza con cui l’utente è in grado di svolgere un determinato compito;
  • Efficienza: valuta la rapidità con cui quel compito viene eseguito;
  • Facilità di apprendimento: ovvero la persona deve imparare ad usare il prodotto in tempi brevi;
  • Facilità di memorizzazione: una volta che la persona ha imparato ad interagire con il prodotto, deve riuscire ad utilizzarlo anche dopo un lungo periodo di inattività senza dover ripetere da zero;
  • Sicurezza e robustezza all’errore: non dovrebbero esserci errori, ma nel caso in cui se ne presenti uno, l’impatto dev’essere limitato e l’errore sempre correggibile.
  • Soddisfazione: indica il grado di comfort e accettabilità del prodotto per le persone che l’hanno acquistato o che lo utilizzano e per coloro che vengono influenzate dal suo uso

Se si rispettano questi requisiti si possono ottenere numerosi benefici (per esempio diminuiscono i costi di sviluppo, aumentano le vendite, etc.), che contribuiranno a rendere l’esperienza dell’utente di qualità.

L’usabilità è, quindi, un aspetto importantissimo ed è per questo che il World Usability Day si prefigge l’obiettivo di assicurare che i servizi e i prodotti importanti per la vita siano più accessibili ed usabili ed educare  le persone sull’impatto che usabilità ha nella loro vita quotidiana.

LA SOSTENIBILITA’ COME TEMA PRINCIPALE DEL WORLD USABILITY DAY 2016

user experience sostenibile

In particolare, quest’anno il World Usability Day è incentrato su UX Sostenibile o ”Green UX”. Il tema scelto della sostenibilità si ispira ai “17 Sustainable Development Goals” (SDGs), ovvero i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile recentemente adottati dai 193 leader dei Paesi che fanno parte dell’ONU, i quali si prefiggono di guidare lo sviluppo equo ed equilibrato del Pianeta fino al 2030.

Sia la sostenibilità che la UX Design vogliono rendere il mondo migliore per le persone; intrecciando quindi  le due discipline si ottiene la UX sostenibile che parte dai bisogni degli individui per creare prodotti e servizi più usabili che incrementino i comportamenti che rispettano l’ambiente.

L’umanità ha la possibilità di rendere sostenibile lo sviluppo, cioè di far sì che esso soddisfi i bisogni dell’attuale generazione senza compromettere il futuro delle generazioni a venire.” – World Usability Day 

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , , , , , , , , ,