13 Gennaio 2016 Net

VIDEO IMMERSIVI A 360°: MODA DEL MOMENTO O NUOVA PROSPETTIVA UTILE PER IL MIO BUSINESS?

 

Iniziamo intanto col dare una semplice ma necessaria definizione: i video immersivi a 360° sono quei filmati che si possono guardare da diverse angolazioni. E’ un’esperienza diversa di visualizzare un video, come nella realtà virtuale e sta trovando molto spazio nell’industria broadcast e nell’advertising grazie alla caratteristica peculiare che li contraddistingue, cioè l’essere un tipo di esperienza coinvolgente ed immersiva che permette di “vivere” in maniera nuova, unica e rivoluzionaria il format video.

Questa tipologia di video può essere visualizzata:

  • tramite dispositivo Mobile: inclinandolo, si può visualizzare il soggetto da diversi punti di osservazione, grazie ai sensori del giroscopio presenti negli smartphone e nei tablet.
  • Tramite device desktop (pc), invece, per guardare un video a 360 gradi, è necessario utilizzare il mouse, che serve per orientarsi all’interno del filmato. L’utente, davanti allo schermo e tramite il movimento del mouse, può quindi scegliere la prospettiva o il punto di vista, guardandosi intorno, come se si trovasse realmente al centro della ripresa.

COME CREARE UN VIDEO A 360°: I DISPOSITIVI NECESSARI

dispositivi gear

La realizzazione di un video a 360° puó essere fatta in modi diversi. Si può utilizzare un gear  composto da 6 GoPro oppure una sola Reflex, filmando 4 diversi momenti che poi verranno uniti in post produzione con programmi dedicati allo stitching (metodo col quale si combinano molteplici immagini fotografiche per produrre un panorama o un’immagine ad alta risoluzione).

Consiglio dei professionisti: il gear perfetto prevederebbe il posizionamento di 3 Reflex a 120 gradi di inclinazione con lente Fisheye 8 mm.

Se vi siete spaventati con tutti questi tecnicismi, nessun problema. Adesso si trovano in commercio moltissime camere che girano direttamente a 360° gradi.

YouTube, che è stato il primo ad inaugurare lo scorso anno i video a 360°, collaborando con diverse aziende del settore, ha cercato di rendere le videocamere il più possibile compatibili con questa tecnologia. Giusto per citarne alcune: SP360 Pixpro di Kodak, 360cam di Giroptic, Aillie di IC Real Tech.

  • Kodak Pixpro SP360: fotocamera da 16 Megapixel con un’unica lente che permette di riprendere video a 360 gradi. E’ resistente agli urti e, utilizzando un accessorio particolare, può diventare anche una fotocamera subacquea.
  • Giroptic 360cam: fotocamera dalla forma ovoidale, è dotata di tre lenti da 185 gradi l’una e di tre microfoni. Le lenti, sincronizzate tra loro, permettono di riprendere l’immagine a 360 gradi. E’ resistente agli spruzzi d’acqua ed è molto leggera (180 grammi).
  • IC Real Tech Allie: è in grado di girare video a 720 gradi. Questa fotocamera è disponibile in tre versioni differenti: la Allie Home, la Allie Pro e la Allie Play. Tutte e tre le fotocamere sono dotate di una doppia lente a 360 gradi. La versione Pro è molto più avanzata delle altre due.

Se invece non avete intenzione di compiere un acquisto di questo tipo, potete sempre rivolgervi ad aziende specializzate del settore che sono in grado di realizzare video immersivi di altissima qualità sulla base delle vostre esigenze. Cito ad esempio la pluripremiata Cinemagica che collabora con Samsung.

 

UTILIZZATO GIA’ IN MOLTI SETTORI: VEDIAMONE ALCUNI ESEMPI

I video a 360° si possono declinare in qualsiasi ambito.

Su YouTube ne troviamo in ambito tecnologico come, per esempio, per lo spot del Sony Xperia z5 Compact.

o anche  in ambito musicale come, per esempio, per il video della canzone “Compro horror” dell’artista Caparezza


Anche Facebook segue le orme di YouTube acquisendo nel 2015 Oculus VR per due milioni di dollari. La tecnologia Oculus Rift nasce per creare esperienze con la realtà virtuale: Facebook ha deciso di far proprio questo tipo di tecnologia proprio per creare l’esperienza a 360° anche sulla sua piattaforma e offrire un nuovo tipo di esperienza immersivia che non potrà altro che piacere ai suoi numerosissimi utenti.

Google, già dal 2007 (2008 in Italia) offre il servizio Street View, tramite Google Maps e Google Earth, con il quale fornisce Tour virtuali, ossia viste panoramiche a 360° gradi in orizzontale e a 290º in verticale lungo le strade e permette agli utenti di vedere parti di varie città del mondo in modo approfondito. Non solo, perchè grazie a fotografi professionisti riconosciuti e certificati da Google stesso è possibile creare un vero e proprio tour degli interni della vostra attività commerciale e condividerlo sul web. Se desiderate introdurre questa nuova possibilità di visualizzazione della vostra azienda e volete richiedere un servizio fotografico per la vostra attività, trovando un fotografo certificato Google, cliccando qui troverete ogni informazione utile.

La caratteristica principale del video a 360° è sicuramente rappresentato dall’interattività, cioè dalla possibilità di personalizzare la visualizzazione a tutto tondo. In pratica si uniscono le caratteristiche del “virtual tour” fotografico con quelle di un video vero e proprio. In questo momento storico costituisce una novità e attrae tanto anche per il fattore “sorpresa”che suscita.

Molti sono i brand che hanno iniziato a fare promozione su Facebook tramite questi advertising a 360°: Audi e Nescafè per esempio, hanno scelto questa tecnologia per attirare l’attenzione degli utenti.

AUDI

Nuova Audi A4 – 360° ExperienceQuesta è un’anticipazione dell’esperienza a 360° che proverete con l’applicazione Audi A4 Experience, a breve online. Le avete ammirate in foto, le avete viste in video. Vivetele ora in questo modo coinvolgente. Nuove Audi A4 e A4 Avant. Progess is intense.

Posted by Audi Italia on Mercoledì 16 dicembre 2015

 

NESCAFE’

NESCAFÉ #GoodMorningWorld 360°Whatever time, it’s never too late to pump up the volume and say #GoodMorningWorld HINT: move your phone! 😉

Posted by NESCAFÉ on Mercoledì 11 novembre 2015

 

Nella web strategy aziendale probabilmente andrà implementato anche questo strumento: i video immersivi  a 360° sono di per certo un ottimo strumento che permette alle aziende di raccontarsi e far condividere ai propri utenti un’esperienza unica.

 

SU QUALE PIATTAFORMA INSERIRE I MIEI VIDEO A 360°: FACEBOOK O YOUTUBE?

Se dovete scegliere di postare i vostri video sulle diverse piattaforme Social Facebook o YouTube, la risposta è salomonica: “meglio su entrambi”. Vediamo però i Pro e i Contro.

Facebook sta spingendo molto questa tecnologia, ed è quindi il momento giusto per ottimizzare i propri budget pubblicitari. Facebook vuole che le aziende si promuovano con video a 360° all’interno del social, quindi, per gli annunci sponsorizzati, è consigliato pubblicare direttamente qui invece che inserire un link a YouTube.

Certo, Facebook ha un livello qualitativo più basso rispetto a YouTube, che invece dà la possibilità di visualizzare fino a 8k di qualità. Inoltre YouTube, rispetto a Facebook, dà la possibilità di usare Google Cardboard (una semplice mascherina di cartone ottimizzata per favorire l’esperienza a 360°) nei device Android. Una vera e propria esperienza interattiva in cui sembra di essere veramente lì, dentro la scena.

Diciamo che, essendo due canali diversi, con finalità diverse, vale la pena utilizzarli entrambi per raggiungere molteplici segmenti di pubblico.

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , , , , , , ,