4 Ottobre 2016 Expert

VIDEO PER IL MARKETING COME STRUMENTO DI ENGAGEMENT POTENTE

“Un’azienda non può permettersi di omettere il visual, se non governa l’immaginario qualcun altro lo farà al posto suo. Se è vero che l’apparenza non è tutto, è altrettanto vero che non si può non apparire, quindi è fondamentale riconciliare l’apparenza con l’essenza” (Daniele Orzati, storytelling designer)

In un nostro precedente articolo Net-expert PERCHE’ I CONTENUTI VISIVI NON DOVREBBERO MANCARE IN UNA STRATEGIA DI MARKETING EFFICACEabbiamo visto come e perché la comunicazione visiva è quella che più arriva in maniera diretta e veloce e  come risulti essere molto utile nelle strategie di marketing digitale e strumento di narrazione d’impresa con la (felice) metodologia dello storytelling.

Perfettamente allineate con l’attuale «visual mania», le immagini rappresentano il contenuto capace più di tutti di ottimizzare il rapporto tra engagement dell’audience e costi di produzione, mentre i video permettono di ingaggiare l’audience stimolandone i sensi e il desiderio di interagire con la marca, facendola rimanere sulle digital properties per più tempo.

3 MOTIVI PER CUI I CONTENUTI VISIVI RISCUOTONO UN ENORME SUCCESSO

A questo punto potrebbe sorgere una domanda spontanea: perché gli elementi visivi ottengono tutto questo successo? Prima di rispondere, dobbiamo analizzare le caratteristiche dei contenuti visuale della Rete:

  • SEMPLICITA’ ED IMMEDIATEZZA

L’elemento visual riesce a far arrivare all’utente le informazioni direttamente e velocemente, caratteristiche essenziali per attirare maggiormente la sua attenzione e rimanere più tempo impressi nella memoria. In mezzo alla vastità di contenuti presenti in rete gli utenti prediligono quelli di qualità e semplice fruizione, che li raggiungano in maniera immediata e diretta;

  • MAGGIORE COMPRENSIBILITA’

I contenuti visivi sono più universali rispetto al testo perché comprensibili dalla stragrande maggioranza degli utenti, mentre il testo risulta più difficile da assimilare e più soggetto ad interpretazioni diverse a seconda del lettore. Più persone comprendono un contenuto, maggiore è il numero di utenti che potrebbero interessarsi a quel contenuto e diventare potenziali clienti

  • EMOZIONALITA’

I contenuti devono suscitare emozioni intense nelle persone, per riuscire a distinguersi nell’oceano affollato della rete e farsi ricordare dagli utenti.

In un precedente articolo (Net-expert MARKETING EMOZIONALE: IL MARKETING CHE PARLA AL CUORE DEI CLIENTIabbiamo visto come le emozioni rivestano un ruolo importantissimo nelle decisioni d’acquisto dei clienti: l’elemento visual riesce a raggiungere subito e solleticare più direttamente e semplicemente il lato emotivo delle persone, diventando in questo modo anche virale.

video per il marketing

Ora che abbiamo chiarito brevemente perché i contenuti visivi sono vantaggiosi per le attività, concentriamoci sui video, format principe del visual.

PERCHE’ PUNTARE SUI VIDEO PER LE CAMPAGNE DI WEB MARKETING

visual-content

>> Vedi infografica completa

Nell’infografica elaborata quest’anno da Hyperfinemedia azienda inglese specializzata nella realizzazione di video per i vari business, che riporta una raccolta di statistiche relative alle campagne di video marketing, proposte dalla società americana Insivia, viene evidenziato come il tasso di conversione ed engagement aumenti enormemente quando si utilizzano i video, a prescindere dal canale di comunicazione che si sceglie. Fra le varie statistiche rilevanti ne riportiamo alcune:

  • Secondo ReelSEO includere un video nella home page del sito può portare ad un aumento del tasso di conversione circa del 20%; 
  • le landing page che includono video vantano una performance migliore, riuscendo ad aumentare la conversione dell’80%;
  • Secondo Forrester includere un video in un’email può portare ad un incremento del click-through rate anche del 200-300% circa;
  • Dopo aver visto un video il 64% degli utenti è più propenso ad acquistare un prodotto online;
  • Gli annunci di vendita di immobili che includono un video ricevono il 403% di richieste in più rispetto a quelli senza video.

COME SFRUTTARE MEGLIO I VIDEO PER IL MARKETING SUI SOCIAL: DURATA DEL VIDEO, AUDIO E ALTRI BREVI CONSIGLI

Ecco qualche utile suggerimento per utilizzare al meglio tale elemento visual in una strategia di social media marketing, in piattaforme social come ad esempio Facebook e Youtube.

  • La durata ideale di un video dipende da alcuni fattori come il contenuto proposto e dagli obiettivi di comunicazione: l’importante è tenere in considerazione i limiti di tempo che i social network impongono: Facebook 120 minuti, Twitter consiglia di restare al di sotto dei 30 secondi ed Instagram 60 secondi. In generale è preferibile pubblicare video non troppo lunghi (1-3 minuti), per non rischiare di perdere l’attenzione dell’utente: unica eccezione per le  campagne di video storytelling che grazie al principio della narrazione possono vantare durate ben più elevate. Particolare attenzione da dedicare ai primi secondi del video, istanti essenziali per attirare gli utenti e fare in modo che continuino la visione del video.
  • L’audio gioca un ruolo importante, perché riesce a creare maggiore empatia e rendere il video più emozionale. Molte persone però guardano il video senza audio: sarà capitato a tutti di scorrere lo stream di Facebook in autobus o nella pausa lavorativa e guardare gli innumerevoli video presenti senza il bisogno di ascoltarli. Potrebbe essere dunque consigliabile inserire i sottotitoli, soprattutto se il video racconta una storia.
  • Se si crea un video è per conseguire uno scopo specifico (portare traffico al sito o far comprare un prodotto per esempio), ma se si dimentica di inserire la call to action, questo obiettivo non potrà essere raggiunto.
  • In quest’ottica è importante anche ottimizzare il video per i motori di ricerca, altrimenti non verrà trovato e visualizzato. Nei video, però, le frasi al suo interno non contano, solo il titolo e la descrizione vengono scansionate dai motori di ricerca e quindi devono contenere le parole chiavi.

RINGRAZIA SEMPRE I FAN

Bisogna sempre ricordarsi che se il brand funziona è perché viene seguito dalle persone. Ogni tanto, quindi, si potrebbero utilizzare e condividere contenuti UGC (User Generated Content), cioè video e foto creati dagli utenti utilizzando i nostri prodotti, per ringraziare i fan e renderli partecipi all’interno della nostra storia di marca. Questo ci aiuterà molto ad aumentare la possibilità di condivisione e di engagement all’interno della nostra community.

user-generated-content

PUNTA SULLE TIPOLOGIE DI VIDEO PREFERITE DAGLI UTENTI

Alcuni video vengono preferiti dagli utenti rispetto ad altri, quindi il consiglio è puntare su queste tipologie, di cui ne elenchiamo un paio:

  • VIDEO “HOW TO”

Sono quei video in cui viene mostrato il procedimento per fare qualcosa, come montare un mobile o preparare un dolce. Con i video imparare a fare qualcosa risulta più facile ed ordinato, perché basta imitare il soggetto del video e non si può sbagliare!

L’importante in questi tipi di video è che siano semplici e chiari, con solo scene utili per realizzare il progetto.

  • VIDEO EMOZIONALI E CHE RACCONTANO STORIE

I video emozionali e i video che raccontano storie, sono entrambi due tipologie di contenuti visivi molto efficaci. La combinazione di emozioni e storia crea un video ancora più vincente. Per riuscire in questo intento bisogna prestare attenzione al tono di voce, alla musica ed alla storia che abbia un corpo centrale, una fine e che il messaggio arrivi diretto al pubblico.

Concludendo, se saggiamente impiegato, l’elemento visual riesce quindi a realizzare con successo tutti i seguenti obiettivi:

  • attirare, interessare e coinvolgere il pubblico;
  • permettere al contenuto di rimanere più impresso nella memoria delle persone;
  • alleggerire la fruizione del contenuto, che se fosse solo di testo probabilmente verrebbe scartato dagli utenti perché non hanno voglia o tempo di leggere tutto;
  • comunicare in maniera emotiva e diretta il messaggio ed i valori del brand, apparendo più trasparente ed umano;
  • rendere più invitante i prodotti o servizi che vende l’azienda.

Se volete iniziare una campagna di visual content marketing o di visual storytelling, contattateci per avere un preventivo gratuito!

Versione per la stampa Versione per la stampa , , , , , , , , , , , , , , ,